menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Save the Children

Save the Children

Save the Children e la Municipalità 6 inaugurano il “Punto Luce”

La scelta di creare uno spazio ludico-educativo a Barra nasce dalla necessità di offrire ai bambini e ai ragazzi uno spazio dedicato a loro e in grado di offrire opportunità educative e sociali di qualità

Dopo il Punto luce nel quartiere Sanità a Napoli, Save the Children, in collaborazione con la Municipalità 6, apre nel quartiere Barra un nuovo Punto Luce, uno spazio dove i bambini e gli adolescenti possono trovare opportunità educative, sociali e ricreative. L’inaugurazione si terrà venerdì 10 luglio alle 11.00 presso i campetti sportivi vicino l'istituto G. Rodinò, in via Mastellone, alla presenza della presidente del Municipio, Anna Cozzino. Si tratta del 13° Punto Luce realizzato da Save the Children in otto regioni italiane.

La scelta di Save the Children di creare uno spazio ludico-educativo nel quartiere Barra nasce dalla necessità di offrire ai bambini e ai ragazzi del territorio uno spazio dedicato a loro e in grado di offrire opportunità educative e sociali di qualità. L’organizzazione – che dal 1919 è dedicata a salvare la vita dei bambini e difendere i loro diritti - ha riqualificato un impianto sportivo, messo a disposizione dalla Municipalità 6, e destinato ai ragazzi dai 6 ai 16 anni un centro dove svolgere gratuitamente attività motorie e sportive, laboratori creativi, laboratori di circo e teatro, musica, supporto allo studio, educazione all’uso responsabile dei nuovi media e uno spazio lettura per ragazzi.

Tutte le attività del Punto Luce sono svolte grazie alla preziosa collaborazione delle Cooperative Sociali “Il Tappeto di Iqbal”, “Terra e Libertà” e della U.I.S.P. (Unione Italiana Sport Per tutti) da sempre impegnati in interventi educativi rivolti ai minori del territorio, offrendo loro un supporto alla crescita e favorendo l’aggregazione e l’inclusione sociale.

Il nuovo Punto Luce è costituito da un’area sportiva di circa 4.300 mq che ospita 2 campi sportivi, un’area verde per il gioco e il tempo libero e una struttura per le attività di laboratorio e da un centro socio-educativo di circa 160 mq messo a disposizione dall’I.C. 68° G. Rodinò, che gli stessi ragazzi hanno contribuito a decorare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento