rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Frammenti dei Satellite Rosat: in Italia il rischio è dell'1 per cento

Il 70% della navetta non si distruggerà nell'impatto con l'atmosfera, trenta frammenti dovrebbero cadere sul suolo tra sabato e lunedì. Monitoraggio costante della Protezione Civile: rischio basso per il nostro Paese

Ancora allerta per un nuovo Satellite che impatterà l’atmosfera nei prossimi giorni, senza distruggersi completamente. Si tratta del Satellite tedesco Rosat, lanciato l’1 giugno 1990 dal Cape Canaveral su un'orbita circolare a 575 km di altezza e che ormai non è più operativo già da febbraio del 1999.

La Protezione Civile, che sta monitorando la situazione, ha segnalato che le possibilità di caduta di frammenti sull’Italia è bassissima, stimata intorno all’1%. I giorni eventualmente a rischio sarebbero quelli del fine settimana. Nello specifico, L’Agenzia Spaziale Italiana comunica che l’intervallo di tempo va restringendosi e che sarebbe compreso, per adesso, tra le ore 15 di sabato e le ore 6 di lunedì.

E’ in previsione che a cadere sul suolo terrestre saranno circa 30 frammenti del Satellite (il 70% dell’intera navetta che ha una massa complessiva di 2.426 kg). L'Agenzia spaziale tedesca terrà costantemente informato il MIC-Monitoring Information Centre, il Centro del Meccanismo Comunitario di Protezione civile attivo 24 ore su 24 che, a sua volta, fornirà in tempo reale tutti gli aggiornamenti ai Paesi europei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frammenti dei Satellite Rosat: in Italia il rischio è dell'1 per cento

NapoliToday è in caricamento