menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Giovanni Bosco, infermiera aggredita in corsia

Un parente di un ricoverato si scaglia contro la donna in servizio al San Giovanni Bosco. Il motivo: un cambio di lenzuola non effettuato

Una dopo l'altra appaiono sempre più numerose le aggressioni in ospedale a danno di medici e infermieri. L'ultima brutta vicenda è avvenuta presso la struttura del San Giovanni Bosco ove una infermiera ha riportato diverse contusioni. A far scattare la scintilla, meglio dire la rabbia violenta di un parente di un ricoverato, un clima di emergenza che nei giorni scorsi ha coinvolto tutti i nosocomi dell'Asl Napoli 1. Tra i primissimi problemi a cui l'edificio è andato incontro, la presenza di infermieri in sottonumero sin dalle prime ore del mattino. L'ospedale poi, la scorsa settimana,
era in piena mobilitazione con assemblee permanenti e personale ridotto all'osso per i mancati stipendi. Cosa è avvenuto dunque? Che il comparto sanitario fosse costretto a disporre di poche unità di fronte a un'ampia platea di pazienti. Ecco allora che nel reparto ove si è verificata l'aggressione, prestavano servizio durante un turno solo tre infermieri a fronte di una trentina di ricoverati, alcuni di questi bisognosi di medicazioni necessarie per piaghe e ferite da sanare. Una situazione, inutile sottolineare, da vera emergenza. E se la rabbia dei parenti s'è fatta sentire inizialmente a voce, qualcun altro ha ben pensato di manifestare il proprio scatto d'ira in ben altro modo. Gli infermieri, in quel momento, erano infatti occupati a distribuire i pasti e a ovviare a tutte quelle operazioni che solitamente competono ad altri operatori, quel giorno assenti proprio a causa delle mobilitazioni. Il problema è nato quando a causa della situazione di emergenza, era stato messo a disposizione dei parenti un carrello con lenzuola pulite per consentire a loro di cambiarle se necessario. Ma l'aggressore, non contento del cambio di biancheria da letto fai-da-te, prima ha insultato verbalmente una infermiera che, spaventata, si è allontanata per chiudersi della medicheria del piano. Poi ha letteralmente preso a calci e pugne la porta, andando così a forzare e a colpire la donna con la porta stessa. Sul posto dell'incidente è dopo poco giunta anche la polizia, ma dell'uomo si erano ormai perse le tracce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento