Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Festa di San Gennaro, riti solenni a partire da mercoledì 18

La liturgia per la festività dedicata al Santo patrono di Napoli e Campania andrà avanti fino al giorno successivo, quando il sangue di San Gennaro verrà mostrato alla preghiera dei fedeli

L'ampolla con il sangue del Santo

Alle 16.30, nei pressi della chiesa delle Sacramentine in via Duomo, monsignor Antonio Tredicini, canonico della cattedrale e assistente spirituale del comitato diocesano San Gennaro, accoglierà il vescovo monsignor Antonio De Luca con i sindaci e i fedeli della diocesi di Teggiano-Policastro, che quest'anno offre l'olio per la lampada votiva.

La processione in onore del Santo patrono dell'arcidiocesi di Napoli e della Campania avrà inizio alle ore 17 nella chiesa di San Giorgio Maggiore a Forcella, e raggiungerò il Duomo dove, alle 18.30, si terrà la celebrazione dei primi vespri, presieduta dal cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli. Il vescovo Antonio De Luca terrà l'omelia.

Terminati i vespri e dopo aver venerato le reliquie del Santo poste nella cripta della chiesa, si procederà all'accensione della lampada votiva sul sagrato del Duomo. Giovedì 19 settembre la liturgia della parola inizierà alle ore 9 nella cappella del tesoro, all'interno del Duomo. Dopo il rito dell'apertura della cassaforte che contiene il reliquiario con le ampolle del sangue, si avvierà la processione che raggiungerà l'altare maggiore della cattedrale. Qui verranno esposte le sacre reliquie.

Alle ore 11, poi, avrà inizio la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale arcivescovo. Alle ore 18.30, la stessa sarà invece presieduta dal vescovo ausiliare di Napoli. Nei giorni successivi il sangue del Santo sarà offerto alla preghiera dei fedeli, dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 18.30.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa di San Gennaro, riti solenni a partire da mercoledì 18

NapoliToday è in caricamento