Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

"Samara challenge", lo scherzo che sta terrorizzando Napoli e provincia

Si sta diffondendo a macchia d'olio: una persona, vestita come la protagonista della serie di film "The Ring", si aggira di notte tra la periferia partenopea e l'hinterland

Uno scherzo che si sta diffondendo a macchia d'olio per Napoli e provincia. L'hanno chiamato "Samara challenge", a sottolineare l'emulazione che sta probabilmente generando: una o più ragazze vestite come la "mostruosa" protagonista della serie di film The Ring stanno spaventando gli abitanti di diversi quartieri partenopei e dell'hinterland cittadino.

L'avvistamento è quello di una ragazzina vestita di bianco, con capelli lunghi a coprire il viso e qualcosa tra le mani che potrebbe sembrare un coltello. È successo prima a Catania, poi sempre con maggiore frequenza nella provincia di Napoli. Marano, Afragola (dove pare diverse persone abbiano aggredito l'autrice dello scherzo), Casoria, San Giuseppe Vesuviano, Sant'Anastasia, Giugliano. Sempre di notte, sempre a favore di uno smartphone che rende il video virale sui social.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E l'inquietante presenza di "Samara" non ha risparmiato Napoli. È successo ieri, a Ponticelli, a Scampia. A Pianura. Dove intorno alle 22 un centinaio di persone si è ritrovato in strada – nella zona di via Torricelli – a dare la caccia al "mostro". Una trovata che sta facendo proseliti, ma che rischia anche di diventare pericolosa vista la possibilità che scateni episodi violenti nei riguardi delle autrici dello scherzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Samara challenge", lo scherzo che sta terrorizzando Napoli e provincia

NapoliToday è in caricamento