rotate-mobile
Cronaca Afragola

Alberi rubati in un bene confiscato ad Afragola

Nella notte sono stati rubati 400 alberi da frutta all'interno dell'ex masseria Magliulo, confiscata ad un membro del clan Moccia

Un atto vile e da condannare quello verificatosi ad Afragola dove nella notte sono stati rubati 400 alberi da frutta. Gli arbusti erano stati piantati qualche giorno fa all’interno dell’ex masseria Magliulo, bene confiscato a Vincenzo Magliulo, considerato elemento di spicco del clan Moccia. L’amara scoperta è avvenuta questa mattina. Il fatto è stato denunciato dal legale responsabile della struttura che si è recato dai carabinieri raccontando l’episodio. I militari dell’Arma hanno immediatamente avviato le indagini per identificare la banda.

Gli alberi di mela annurca erano stati piantati dall'associazione Consorzio Terzo Settore, che si è aggiudicata alla fine del mese di novembre la gestione degli spazi della masseria che presenta un’ampiezza di circa 150mila mq. Lo scorso autunno il pescheto del sito era stato dato alle fiamme e completamente distrutto. Chiara la posizione del sindaco Tuccillo in merito all’accaduto: “Chiunque si sia macchiato di questo vile attacco deve sapere che non arretreremo di un millimetro rispetto al nostro impegno per la legalità e per il riutilizzo per scopi sociali dei beni confiscati alla camorra dallo Stato. Continueremo a stare al fianco dei volontari”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberi rubati in un bene confiscato ad Afragola

NapoliToday è in caricamento