menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rosario, affetto da leucemia: "Avrà il farmaco che potrebbe salvargli la vita"

Dopo una grande mobilitazione in favore del giovane, il farmaco arriverà a Napoli il 2 febbraio. Ne danno notizia Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli

"Grazie alla mobilitazione collettiva, il farmaco per tentare di curare Rosario Fioretti che ha un raro tumore al sangue che lo sta uccidendo arriverà a Napoli il 2 febbraio”. Ne danno notizia il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza aggiungendo che “il professor Fabrizio Pane, direttore dell’Unità operativa di Ematologia e Trapianto di Cellule Staminali Emopoietiche del Policlinico di Napoli in cui sarà ricoverato il giovane, è riuscito a ottenere il farmaco salvavita proprio stamattina dopo una mobilitazione globale”.

“L'ho sentito pochi minuti fa e mi ha confermato tutto. Il farmaco è già stato commercializzato negli Stati Uniti dopo avere avuto l’approvazione dell’Fda e anche in Italia l’Ema (l’ente europeo di controllo sui farmaci) ha dato il via libera. Ma la procedura per la commercializzazione è lunga e allora è stata chiesto all’Agenzia italiana del farmaco l’autorizzazione all’uso compassionevole per aiutare i pazienti che potrebbero averne un giovamento” ha precisato Borrelli sottolineando che “l'azienda farmaceutica che lo produce ha accettato di donarlo gratis in attesa che vanga messo in commercio”.

“Ieri, avevo parlato della vicenda con il ministro della Salute, Lorenzin, e il presidente della Regione, De Luca, che si erano subito attivati. Oggi la splendida notizia che abbiamo dato alla famiglia pochi minuti fa” ha concluso Borrelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, de Magistris sul contagio: "Zona rossa sempre più verosimile"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento