rotate-mobile
Cronaca

Strangolata dal vicino di casa, condanna all'ergastolo per l'assassino di Rosa Alfieri

Aveva rifiutato di avere con il 31enne un rapporto sessuale

Elpidio D'Ambra è stato condannato all'ergastolo dalla Corte d'Assise di Napoli per l'omicidio di Rosa Alfieri, la 23enne strangolata il primo febbraio del 2022. Il 31enne reo confesso, vicino di casa della ragazza, l'aveva attirata nel suo mini appartamento di Grumo Nevano con una scusa, per poi strangolarla dopo il rifiuto di un rapporto sessuale. La sentenza è stata emessa dopo una breve Camera di Consiglio. Presente in aula, tra gli altri, il padre della giovane vittima, Vincenzo Alfieri. 

Funerali Rosa Alfieri (Foto De Cristofaro-NT)

La lettera della mamma ai funerali

Al termine della celebrazione dei funerali di Rosa c'era stata la lettura di due commoventi messaggi. Uno di questi scritto dalla mamma di Rosa - a nome di tutta la famiglia -, ma letto da una sua amica. "Amore mio, sento ancora il pianto di quando sei venuta al mondo. Siamo cresciuti insieme, giorno per giorno. La nostra complicità è cresciuta sempre di più, anche se molte volte non eravamo d'accordo. Tu facevi sempre a modo tuo, non ascoltavi mai nessuno. Ma anche se sbagliavi, per me rimanevi perfetta. Rimarrai sempre nei nostri cuori e nei nostri ricordi. Ti amo vita mia. Non ti dico un addio, ma un arrivederci".

I FUNERALI DI ROSA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strangolata dal vicino di casa, condanna all'ergastolo per l'assassino di Rosa Alfieri

NapoliToday è in caricamento