Cronaca

Domenica con rogo tossico: nemmeno il 'settimo' si riposarono

Veleni ed avvelenatori non si fermano nella Terra dei Fuochi. Anche rientrando dal mare, in una calda domenica di fine luglio, tra Napoli e Caserta ci si imbatte nella solita nube tossica portatrice di morte

Rogo Tossico 28 luglio 2013 @V. Graniero/NapoliToday

E' una calda, caldissima domenica di fine luglio.

Sulle strade che portano al mare, a nord di Napoli, c'è la fila di auto: famiglie al completo intente a scappare dalla forte calura per raggiungere le spiagge ventilate, nonostante le acque della zona non meritino la bandiera blu e, anzi, in molti punti siano state dichiarate 'non balneabili'. Ma il caldo non dà tregua e la spiaggia sembra comunque l'unica soluzione possibile.

E così i napoletani scappano al mare, su una costa che va da Giugliano fino a Castelvolturno: lembo di terra e di acqua che collega Napoli con Caserta. Ma la zona nord di Napoli e quella sud di Caserta non sono accomunate solo da uno specchio d'acqua, purtroppo. A legarle a stretto filo anche la triste sorte di un avvelenemento continuo, costante. Una pratica criminale che va avanti da anni incontrastata.

Non basta una calda domenica a fermare i roghi: non esiste una giornata di riposo per chi avvelena queste terre bruciando rifiuti tossici, scarti industriali, vernici, plastiche, pneumatici e ogni sorta di schifezza immaginabile. E le famiglie, felici di aver avuto una giornata di vacanza, al rientro si imbattono nell'immancabile nube scura, portatrice di veleno e morte. L'odore acre le riporta alla dura realtà: questa è pur sempre la Terra dei Fuochi, anche quando vorremmo dimenticarcene. Resta sempre la terra dei veleni in cui le vittime sono persino i bambini, la terra in cui - dice il dottor Antonio Giordano - in futuro si ammalerà di gravi patologie il 60 per centro della popolazione.

L'incontriamo anche noi, lo vediamo in lontananza e ancora una volta ne documentiamo l'esistenza, ne denunciamo l'insopportabile persistenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica con rogo tossico: nemmeno il 'settimo' si riposarono

NapoliToday è in caricamento