Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Asse mediano, l'inferno dei roghi tossici: in viaggio tra nubi di morte

Ancora una denuncia dai lettori che attraversano la superstrada per recarsi a lavoro. Il sole del mattino è squarciato dal nero del fumo velenoso

Rogo tossico visto dall'asse mediano @V.Graniero/NapoliToday

Asse mediano: alle 7 del mattino d'agosto il sole è già alto e il caldo non dà tregua, nessuna frescura mattutina. All'inferno del calore si aggunge l'ormai quotidiano odore acre emanato dall'ennesimo rogo tossico.

Un nostro lettore, che da Mugnano procede sulla superstrada per arrivare a Pomigliano e iniziare la sua lunga giornata di lavoro, ci contatta per denunciare il solito rogo che avvelena l'aria, ancora una volta rifiuti bruciano incontrollati e la nube tossica si estende sul risveglio dei cittadini di Napoli e provincia. Questa volta la direzione è tra Grumo Nevano ed Afragola.

La nube tossica è spaventosa come sempre, riusciamo a fotografarla quando ancora non è scemata e intanto ci chiediamo in cosa consista nella pratica il  Patto per la Terra dei Fuochi da poco sottoscritto da varie istituzioni. Qui si continua a bruciare e ad avvelenare ad ogni ora in modo incontrastato.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asse mediano, l'inferno dei roghi tossici: in viaggio tra nubi di morte

NapoliToday è in caricamento