menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bufera nella municipale: ufficiali in rivolta contro il comandante

Nove maggiori e due colonnelli della polizia municipale di Napoli hanno presentato un esposto in Questura dopo aver letto l'intervista rilasciata nei giorni scorsi dal comandante, il generale Luigi Sementa

E' bufera nella polizia municipale di Napoli: nove maggiori e due colonnelli della polizia municipale di Napoli hanno presentato oggi un esposto in Questura dopo aver letto l'intervista rilasciata nei giorni scorsi dal comandante, il generale Luigi Sementa, a capo dei "caschi bianchi" dal primo settembre del 2008.

Quella che è stata già ribattezzata come la "rivolta ufficiali superiori"punta il dito direttamente contro Sementa che nell'intervista parlava genericamente di "alcune persone che portano gradi elevati, che pensano solo alla propria posizione, ai propri interessi, a fare campagna elettorale a destra e manca". E ancora di interessi nella gestione delle aree mercatali, del settore edilizio e del boicottaggio di un concorso per 50 nuovi maggiori, ovvero per funzionari.

"Per le dichiarazioni riportate ed in considerazione che nel corpo della polizia municipale di Napoli gli unici ufficiali con i gradi elevati superiori a tenenti siamo noi - ha detto nel corso di una conferenza stampa il colonnello della polizia municipale Aldo Carriola - risulta manifestamente che il predetto comandante ha inteso riferirsi ai presenti. Le dichiarazioni rese sono altamente lesive nei nostri confronti tanto da aver procurato gravi danni all'immagine, all'onore per cui siamo stati costretti ad adire le competenti autorità".

"Il comandante di fatto ci ha isolato escludendoci dalla vita del corpo", hanno aggiunto gli ufficiali superiori che hanno respinto con fermezza l'accusa di "aver bloccato un concorso per l'individuazione di 50 maggiori". Gli ufficiali hanno detto di aver riferito all'assessore alla Polizia Municipale della loro iniziativa e di aver chiesto un colloquio col sindaco di Napoli, Rosa Iervolino Russo.


"Ci scusiamo fin d'ora con la cittadinanza per lo smarrimento già creato dalle dichiarazioni rese a mezzo stampa dal comandante Sementa - hanno detto sempre gli ufficiali superiori - e per le quali oggi ci troviamo costretti alla replica per salvaguardare la nostra posizione e quella dell'intero corpo della polizia municipale che ci pregiamo di rappresentare". Nell'intervista che ha fatto scoppiare la polemica ha detto che i "tenenti sono molto più bravi e hanno più volte dimostrato il loro valore lavorando esclusivamente per l'interesse della città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento