Giovedì, 18 Luglio 2024

Fan in delirio per Rita De Crescenzo: così sarebbe scoppiata la rissa al ristorante - VIDEO

Dopo l'esibizione della nota Tiktoker gli animi si sono scaldati

Continuano a circolare sul web i video della rissa che, durante la Festa della Donna, è scoppiata al ristorante "La Lanterna" di Villaricca. Sul fatto indagano i Carabinieri, intervenuti sul posto per placare gli animi, che lavorano per stabilire l'esatta dinamica dei fatti. Il motivo che ha scatenato la maxi zuffa tra alcuni clienti - con scazzottate e lancio di bottiglie - non è, infatti, noto.

Tuttavia, nelle scorse ore - sempre grazie a dei video circolati sui social - è emerso che la rissa sarebbe scoppiata dopo l'esibizione di Rita De Crescenzo. La presenza della nota Tiktoker, infatti, avrebbe scatenato il delirio, con la sicurezza - come si vede dal video - che ha faticato per tenere a bada i clienti. C'è da chiarire che nessuna responsabilità viene attribuita a Rita De Crescenzo che - come lei stessa ha spiegato - ha lasciato il locale dopo essersi esibita e, presumibilmente, prima della rissa.

Rissa al ristorante: le immagini

"Anche noi siamo vittime"

Nelle scorse ore, dopo le immagini della rissa sono diventate virali, qualcuno ha puntato il dito contro l'organizzazione della festa. Per questo i gestori del risotrante "La Lanterna" hanno diffuso la propria versione dei fatti. 

"Buongiorno a tutti, ci teniamo a fare chiarezza sull’accaduto di ieri notte. Purtroppo quello che è accaduto non è derivato in alcun modo da noi. Si è creata una situazione di panico durante la serata per cui si è generato un grande caos. Abbiamo anche noi allertato le forze dell’ordine perché la situazione era ingestibile.

Per cui anche noi ci troviamo oggi a dover riaprire con una struttura che risente dei danni provocati ieri e fare il possibile per risolvere tutto al più presto. 
In questo momento anche noi ci sentiamo vittime di quanto accaduto poiché non era gestibile da parte nostra.
Vi ringraziamo per la comprensione e vi invitiamo a non rivolgere a noi le lamentele".

Video popolari

NapoliToday è in caricamento