rotate-mobile
Cronaca

Rissa all'Arenile: 17enne fermato con l'accusa di tentato omicidio

La lite scoppiata per futili motivi. Stazionarie le condizioni dei feriti

La rissa, in base a quanto accertato dagli agenti del Commissariato di Bagnoli subito intervenuti, è scoppiata ieri sera intorno alle ore 21.00 all'Arenile di Bagnoli per futili motivi. La banalità del litigio, tuttavia, in base a quanto accertato dagli agenti, però non avrebbe impedito ad un diciassettenne di impugnare un coltello e sferrare fendenti che hanno raggiunto all'addome due quindicenni.

Gli adolescenti feriti sono stati trasportati in codice rosso al vicino ospedale San Paolo, dove restano ricoverati, sia pure non in pericolo di vita.

Le indagini

Gli agenti del Commissariato Bagnoli hanno accertato che la lite è scoppiata all’interno di un locale del lungomare di Bagnoli, dove si stava svolgendo una manifestazione musicale. Grazie alla loro capacità di osservazione, i poliziotti hanno individuato un terzo ragazzo che presentava ferite da taglio alle mani. Il ragazzo, 17 anni, è stato accompagnato in Commissariato per essere ascoltato dal magistrato.

Poco lontano dal locale, vicino ad una staccionata, gli agenti hanno rinvenuto un coltello sporco di sangue. Dopo ore di interrogatorio, il ragazzo accompagnato in Commissariato è stato arrestato per tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa all'Arenile: 17enne fermato con l'accusa di tentato omicidio

NapoliToday è in caricamento