rotate-mobile
Cronaca Posillipo

Maxi rissa con accoltellamento a Marechiaro: in manette un altro giovane

Per gli investigatori, anche lui avrebbe preso parte alla rissa

La Polizia ha tratto in arresto uno dei giovani che, lo scorso 15 maggio, avrebbe preso parte alla rissa scoppiata a Marechiaro. In quella occasione rimasero feriti tre giovani: un 18enne, che ha riportato escoriazioni al corpo e agli arti, con 15 giorni di prognosi, e due minorenni - di 16 e 17 anni - ricoverati in gravi condizioni dopo essere stati accoltellati all'addome.

Lo scorso 16 maggio, sempre gli uomini della Questura, eseguirono un decreto di fermo emesso nei confronti di un 16enne accusato di tentato omicidio aggravato. Il giorno prima, dopo la lite scoppiata su una spiaggia i due giovanissimi vennero accoltellati, riportando gravi ferite. Per gli inquirenti, che vano avanti nelle indagini, la rissa sarebbe scoppiata per futili motivi.

Fermati altri due giovanissimi

Le indagini, durante le quali sono state raccolte le versioni di alcuni testimoni identificati sul posto - e grazie alle immagini di videosorveglianza di zona - hanno permesso di raccogliere gravi indizi a carico di alcuni giovani coinvolti nella rissa.  Tra questi c'è anche il giovane tratto in arresto.

Il 16enne, invece, nella tarda serata di domenica 15 maggio si presentò presso gli uffici di Polizia. Deferito all’Autorità Giudiziaria, ininfine, anche un 15enne che era in compagnia del fermato al momento dei fatti. Dopo l’udienza di convalida, il GIP ha disposto per il sedicenne l’applicazione della misura della custodia cautelare presso Istituto Penale Minorile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi rissa con accoltellamento a Marechiaro: in manette un altro giovane

NapoliToday è in caricamento