Cronaca

Impianti sportivi a rischio chiusura: fitti in scadenza

A rischio il PalaVesuvio, il Palargine, la piscina Acquachiara e la Poerio. L'assessore Tommasielli: "L'amministrazione non ha le risorse economiche per fronteggiare eventuali interventi di manutenzione"

Palavesuvio

L’assessore allo Sport Pina Tommasielli ha dichiarato viva preoccupazione per il rischio chiusura degli impianti sportivi in gestione al Coni, con la conseguente sospensione delle attività sportive.

Come evidenziato da Alessio Gemma su Repubblica Napoli sono 10 le strutture, di cui 7 piscine, di proprietà di Palazzo San Giacomo, costruite dopo il terremoto con la legge 219, che hanno i fitti in scadenza il 31 agosto. Le strutture sono gestite dal Coni che le ha affidate dal 1996 ad associazioni sportive e ad oggi manca un avviso pubblico per riassegnarle.

"L'amministrazione - spiega Tommasielli - non ha le risorse economiche per fronteggiare eventuali interventi di manutenzione". E non a caso il 3 luglio ha approvato una delibera che apre agli sponsor: un modo per racimolare soldi e "valorizzare impianti e palestre".

Tra i dieci centri sportivi a rischio ci sono il PalaVesuvio, il Palargine, la piscina Acquachiara e la Poerio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti sportivi a rischio chiusura: fitti in scadenza

NapoliToday è in caricamento