Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riparte il tram: "Una corsa ogni 8 minuti"

Riprende la Linea 1 da Poggioreale alla Stazione marittima. Il vicesindaco Panini: "Entro febbraio riattiveremo anche la Linea 4 da San Giovanni"

 

Ripartono i tram di Napoli. Stavolta è vero. La Linea 1 da Poggioreale alla Stazione marittima, è la prima a tornare attiva dalle 12 del 31 gennaio. "Ma nel giro di un mese, quindi entro febbraio, contiamo di far ripartire anche la linea 4 da San Giovanni a Teduccio" è la promessa del vicesindaco con delega ai Trasporti Enrico Panini. 

Napoli e i tram, una storia antica prima ridotta dai lavori della metropolitana, poi interrotta bruscamente per il cantiere-odiessea di via Marina: "I lavori sono ripresi - assicura l'assessore alla Mobilità Alessandra Clemente - abbiamo superato le difficoltà che li hanno bloccati e contiamo di raggiungere i risultati di tre mesi in tre mesi". 

La linea 1 seguirà il percorso storico, toccando via Stadera, piazza Garibaldi, Porta Nolana e via Marina fino all'incrocio con piazza Municipio: "Garantiremo una corsa ogni 8 minuti - afferma l'amministratore di Anm Nicola Pascale - con una previsione di 8mila passeggeri al giorno. Oltre alla linea 4, a breve ripartirà anche la linea 2, da San Giovanni a piazza Nazionale". 

Il progetto è di far giungere il tram fino a Mergellina, sua destinazione storica: "Entro il 2020 - prosegue Pascale - arriveremo a piazza Vittoria, mentre per farlo proseguire fino a piazza Sannazzaro sarà necessario installare i binari, ma non si tratta di lavori invasivi". 

Con il trasporto su ferro di superficie ritorna anche l'annosa tematica dell'occupazione abusiva delle corsie preferenziali: "Abbiamo varato un piano straordinario per la polizia municipale - informa la Clemente - che scorterà i mezzi e garantirà il rispetto delle corsie protette. Nel lungo periodo sto pensando a controllo con telecamere delle preferenziali cittadine". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento