menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Confarca

Confarca

Rinnovi di patente senza visita medica, la denuncia di Striscia la Notizia e di Confarca

“Ringraziamo Luca Abete e Striscia la notizia per aver puntato i riflettori su un fenomeno, che continua a danneggiare la stragrande maggioranza delle autoscuole e degli studi di consulenza della provincia di Napoli che rispettano le regole”, spiega Paolo Colangelo

“Ringraziamo Luca Abete e Striscia la notizia per aver puntato i riflettori su un fenomeno, quello dei rinnovi di patenti senza visita medica, che continua a danneggiare la stragrande maggioranza delle autoscuole e degli studi di consulenza della provincia di Napoli che operano rispettando le regole”. È il commento di Paolo Colangelo, presidente nazionale della confederazione delle scuole guida, la Confarca, all’indomani del servizio andato in onda su Canale 5 per denunciare il giro illegale di rinnovi di patenti a Quarto Flegreo, comune dell’hinterland di Napoli. Le telecamere nascoste di Striscia, hanno mostrato che nella cittadina a nord del capoluogo campano è possibile rinnovare il documento di guida anche senza sottoporsi alle visite mediche: in due studi di consulenza ed in una autoscuola, i dipendenti promettevano il rinnovo anche a persone anziane sui 75 anni, dietro l’esborso di una modesta somma di denaro che – a loro dire – sarebbe finita nelle tasche del medico compiacente. “Un’attività illecita che va combattuta e che richiede un maggiore controllo da parte degli organi competenti – afferma Colangelo – Tutelare le autoscuole che operano tra mille difficoltà dall’assalto di chi rischia di danneggiare una intera categoria, significa assicurare anche una maggiore sicurezza in strada. Denunce come quelle di Striscia, da sole, non bastano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento