menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cimitero

Cimitero

Napoli, via libera alla delibera per la riforma dei cimiteri

"Il progetto di gestione dei servizi mortuari sarà strutturato per renderli di facile accesso, con particolare attenzione all'utente, che in condizioni emotive certamente difficili, si rivolge al Comune"

Il Consiglio Comunale di Napoli, "dopo un'ampia e approfondita discussione in aula - come sottolinea una nota - ha condiviso con larga maggioranza gli indirizzi di riforma dei cimiteri esposti dall'Assessore Fucito".

"La riorganizzazione complessiva del "Sistema Cimiteri"e' caratterizzata dall'affermazione di una nuova centralita' pubblica, in qualita' di soggetto regolatore degli interessi collettivi e individuali, arbitro capace di identificare bisogni e corrette soluzioni ai bisogni dei cittadini, e in questa ottica - ha rappresentato l'assessore Fucito - e' stato avviato un complesso organico di azioni tese a garantire una reale efficienza delle politiche gestionali del Servizio Cimiteri, anche e soprattutto attraverso un processo di modernizzazione delle attivita' del servizio (tra le altre, il bando per il ripristino del trasporto pubblico comunale a prezzi calmierati; la nuova gara in concessione di gestione della illuminazione ambientale e votiva nei cimiteri cittadini; le nuove procedure autorizzative per le imprese funebri a seguito dell'approvazione della Legge regionale n. 7/2013 nonche' quelle di semplificazione amministrativa per l'esecuzione di lavori di manutenzione ordinaria dei manufatti funerari privati nei Cimiteri Cittadini)".

L'assessore Fucito ha inoltre illustrato che, in particolare negli ultimi 12 mesi, sono state approvate una serie di interventi sulle infrastrutture cimiteriali "al fine di combattere degrado e abbandono (tra gli altri, il completamento del forno crematorio, i progetti esecutivi degli ampliamenti dei cimiteri di Soccavo e di Pianura e degli ampliamenti dei cimiteri di Chiaiano, di Miano e di San Giovanni; i lavori di manutenzione straordinaria e di messa in sicurezza di n. 7 sale cimiteriali del Cimitero di S. Maria del Pianto; i lavori di manutenzione straordinaria dei muri perimetrali del Cimitero Nuovissimo di Poggioreale e del Cimitero Ebraico; i lavori di manutenzione e bonifica nel cimitero dei Colerosi nel Quartiere Barra)". In particolare ieri il Consiglio Comunale ha approvato una delibera che fornisce indirizzi in materia di gestione dei servizi mortuari, modificando conseguentemente il regolamento di polizia mortuaria e dei servizi funebri e cimiteriali del febbraio 2006. L'Amministrazione, tramite l'indizione di apposita gara, individuera' "ditte specializzate che agiranno in nome e per conto del Comune di Napoli, fornendo, in un momento di particolare difficolta' dei cittadini, servizi di inumazione, tumulazione, esumazione ed estumulazione da effettuare in tutte le aree e strutture che siano esse gestite dal Comune o da soggetti privati (Arciconfraternite, Associazioni ed Enti), con un elevato standard di qualita', a prezzi calmierati imposti dall'amministrazione, confermando che, come previsto dal regolamento, le operazioni di inumazioni per indigenti continueranno ad essere un servizio gratuito del Comune. La richiesta di tali servizi ed il relativo pagamento del corrispettivo saranno effettuati, inoltre, esclusivamente negli uffici comunali o con modalita' che saranno definite dall'Amministrazione".

Sulla delibera l'assessore Fucito ha precisato che "il progetto di gestione dei servizi mortuari sara' strutturato per renderli di facile accesso, con particolare attenzione all'utente, che in condizioni emotive, certamente difficili, si rivolge al Comune; pertanto aspetto particolarmente importante sara' rappresentato dalla capacita' degli operatori di essere rispettosi e comprensivi dei sentimenti di afflizione dell'utente e, conseguentemente, l'attivita' complessiva di gestione dei servizi dovra' essere attenta, efficiente e discreta, nonche' ottemperante delle leggi Sanitarie nazionali e del Regolamento di polizia cimiteriale del Comune di Napoli. Continua, in tal modo, l'azione legalizzatrice dell'Amministrazione cittadina nel perseguimento della volonta' di normare, con paletti molto stretti e definiti, una materia "difficile" anche da questo punto di vista".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento