menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rifiuti tossici, foto di archivio

Rifiuti tossici, foto di archivio

Un pentito rivela: "A Licola rifiuti tossici smaltiti dove ora ci sono centinaia di case"

Si tratterebbe di liquidi Italsider. E' quanto racconta il boss pentito Nunzio Perrella in un'intervista esclusiva rilasciata a Nello Trocchia del Fatto Quotidiano

Ancora dichiarazioni riguardanti i traffici di rifiuti tossici che hanno interessato la Campania. Questa volta a parlare è Nunzio Perrella, boss di camorra pentito dal 1992. 

Secondo quanto Perrella racconta in un'intervista esclusiva rilasciata a Nello Trocchia per il Fatto Quotidiano, liquidi Italsider sarebbero stati illecitamente smaltiti a Licola:

Negli anni ottanta è stata realizzata una lottizzazione edilizia a Licola. Oggi ci sono centinaia di appartamenti. Durante la costruzione, in un’area adiacente, sono stati scaricati i liquidi dell’Italsider. Uno schifo. Nella zona verde ci sono le case, nella zona rossa c’è pattume tossico nocivo.

Perrella, spiega Trocchia, conosce bene i traffici di rifiuti perché fu lui "il boss che negli anni Ottanta ha portato la camorra nel business della monnezza". L'ex boss sarebbe ora pronto a raccontare ai magistrati "gli ultimi segreti sugli sversamenti illeciti, dal Sud al Nord, incluso in provincia di Napoli", ma essendo ormai fuori dal programma di protezione chiede di rientrarci perché teme per la sua vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento