Sversamento di rifiuti in vasta area del parco del Vesuvio

L'intervento dei Carabinieri Forestali

I Carabinieri Forestali della Stazione Parco di San Sebastiano al Vesuvio hanno scoperto che in via Duca della Regina, un’area nel Parco Nazionale del Vesuvio, erano stati abbandonati materiali di vario genere su un’area di circa 100 metri quadrati, costituiti prevalentemente da materiale proveniente da attività di costruzione e demolizione, rifiuti vegetali, mobili, bombole di gas e rifiuti ferrosi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto c’era anche un furgone in stato di abbandono carico di parti di autovetture. Il proprietario, un 42enne di Cercola, ha ammesso di avere depositato il tutto in quel posto in attesa di smaltimento. Mentre è ancora al vaglio la sua posizione, i rifiuti sono stati sequestrati insieme all’area sulla quale erano stati sversati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, divieti e limitazioni per feste e cerimonie: tutte le decisioni di De Luca

  • Boom di contagi in Campania, nuova ordinanza di De Luca: scuole chiuse e restrizioni sociali

  • Orrore in ospedale, per una sigaretta aggredisce un uomo e gli cava gli occhi

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy: ecco dove acquistarle scontate

  • Dieta alcalina: come perdere peso e migliorare la salute in 7 giorni

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento