menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Navi

Navi

Rifiuti in Olanda, il trasferimento all'estero abbatte i costi

Il 9 gennaio la prima partenza. Le navi trasporteranno 5mila tonnellate per volta per un costo di 80 euro a ton. Bruciarle ad Acerra costa 109, fuori regione 160. I benefici ricadranno sulla Tarsu

Restano i rifiuti la priorità napoletana del 2012. Secondo quanto riferisce il Mattino le navi dall’Olanda, utili a trasferire quei rifiuti in eccesso (5mila tonnellate alla volta per un totale di circa 200mila in un anno) e a mantenere la città sempre fuori dall’emergenza così che sia possibile realizzare un vero ciclo virtuoso, dovrebbero arrivare il 9 gennaio. Dopo annunci e rinvii, secondo il sindaco Luigi De Magistris, questo inizio di nuovo anno dovrebbe finalmente vedere salpare queste famose e tanto attese imbarcazioni che porteranno i rifiuti verso gli inceneritori esteri. Dall’amministrazione comunale spiegano che le navi potrebbero partire anche 2 volte alla settimana, liberando personale adesso impiegato per portare i rifiuti alle discariche e spesso fermo per le lunghe code agli Stir: nuova forza lavoro che potrà essere impiegata per rafforzare la raccolta differenziata.

Spesa prevista per 200 tonnellate annue: 16 milioni di euro. Il costo per ogni tonnellata smaltita in Olanda sarà infatti di 80 euro, viaggio compreso. Come riporta ancora il Mattino, il trasferimento all’estero è più economico persino di quello all’interno della regione: bruciare i rifiuti napoletani ad Acerra costa ad esempio 109 euro a tonnellata (quasi 22 milioni per 200 tonnellate) , mentre trasferirli in altre regioni italiane ci costa attualmente 160 euro. L’abbattimento dei costi, spiegano dal Comune, potrebbe ripercuotersi presto sulle tasse dei napoletani, con un abbattimento della Tarsu.

Ma il 2012 ha portato anche la nomina per il nuovo presidente dell’Asia: dopo l’uscita di Rossi, che comunque dovrebbe continuare a collaborare con l’azienda napoletana, entra in scena Raffaele del Giudice, stimato esponente di Legambiente, attesa per oggi la nomina ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Monte di Pietà in vendita, i cittadini: "No a ristoranti e matrimoni trash"

  • Cronaca

    “Chi ha ucciso Maurizio ha dato una coltellata all'intera città”

  • Cronaca

    “Cinque ore di attesa per essere vaccinati”: la denuncia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento