menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti non conferiti: è crisi ad Ercolano

Ferma la discarica di Cava Sari in virtù dell'ordinanza del sindaco di Terzigno. L'assessore comunale alla Ecologia Cristadoro: "A lavoro per il reperimento di un sito di stoccaggio temporaneo nel quale depositare i rifiuti all'interno di container a tenuta stagna"

L'emergenza rifiuti si fa sentire in queste ore anche a Ercolano. La scorsa notte i mezzi della Multiecoplast non ha potuto conferire il secco indifferenziato alla discarica di Cava Sari in virtù dell'ordinanza del sindaco di Terzigno che ne ha sospeso gli sversamenti.

In mattinata una decina di automezzi hanno prelevato l'immondizia da alcune strade e sono rientrati in deposito in attesa di conoscere tempi e luoghi del conferimento. Cumuli di immondizia appaiono ora agli ingressi degli Scavi Archeologici, sulla la strada del Vesuvio e vicino alle Ville Vesuviane.

L'assessore comunale alla Ecologia, Salvatore Cristadoro, è al lavoro per fronteggiare momenti di crisi dovuti a un probabile riacutizzarsi dell'emergenza. "L'idea su cui l'amministrazione sta già lavorando è il reperimento di un sito di stoccaggio temporaneo nel quale depositare i rifiuti all'interno di container a tenuta stagna".

Intanto arriva una buona notizia: è in distribuzione in queste ore il materiale informativo e kit per l'avvio del nuovo piano del 'porta a porta' nei parchi condominiali di via IV Novembre, strada principale percorsa dai turisti. Inoltre l'amministrazione sta lavorando a un progetto che prevede l'affiancamento di un'associazione di volontariato al corpo di polizia municipale. Il suo compito sarà quello di controllare il territorio nei punti nevralgici con i comuni limitrofi.

L'autunno caldo dei rifiuti in Campania

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento