rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Bonavitacola: “Nessun rifiuto da Roma. Era campagna elettorale di de Magistris”

Il vicepresidente della Regione accusa l'ex sindaco per i timori diffusi

"Dalle notizie che io ho acquisito presso la Sapna risulta che l'ipotesi avanzata di ricevere un quantitativo in verità piuttosto banale, 150 tonnellate al giorno, non ha avuto seguito. Al momento quindi non è in atto alcun trasferimento interregionale di rifiuti. L'annuncio trionfante dell'ormai non più sindaco della Città metropolitana mi sembra da leggere più nel contesto della campagna elettorale che come gesto di concreta solidarietà nei confronti di un popolo in sofferenza".

Così Fulvio Bonavitacola, vicepresidente della Regione Campania e assessore titolare della delega all'ambiente, rispondendo in Consiglio regionale a un'interrogazione presentata dalla consigliera del M5S Maria Muscarà sulla "importazione dei rifiuti urbani prodotti dalla città di Roma" negli impianti Stir della provincia di Napoli, ipotesi della quale si era parlato alcuni mesi fa. Bonavitacola ha spiegato che "la Regione Campania non ha svolto alcuna funzione né autorizzativa né di altra natura, perché l'ipotesi che era stata avanzata dall'Ama nei confronti della società Sapna era un'ipotesi che riguardava il trattamento a recupero di questi rifiuti, non dello smaltimento in discarica.

Il codice dell'ambiente impone l'accordo interregionale per lo smaltimento dei rifiuti in discarica, non lo prevede per il trattamento a recupero. Quando ho appreso dalla stampa questa ipotesi, a fine luglio inizi di agosto, mi sono informato, ho sentito anche il collega assessore del Lazio che mi ha confermato che c'era una generica volontà però non ancora concretizzata e attualizzata. A quel punto io in modo informale ho chiamato i dirigenti della Sapna e ho detto che non avevamo alcuna contrarietà pregiudiziale, d'altronde non avevamo la competenza per impedire questo trasferimento. Mi sono raccomandato che qualunque iniziativa non portasse a nuocere il ciclo ordinario e determinasse criticità del ciclo dei rifiuti in Campania e mi è stata data rassicurazione che non c'era alcuna criticità, e che i quantitativi erano così modesti che non avrebbero determinato alcun problema".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonavitacola: “Nessun rifiuto da Roma. Era campagna elettorale di de Magistris”

NapoliToday è in caricamento