menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Matrimoni gay

Matrimoni gay

Matrimoni gay, arriva il ricorso al Tar del Comune di Napoli

Viene dopo il provvedimento del prefetto dovuto alla circolare del ministro dell'Interno che ha annullato le trascrizioni nei registri cittadini

Come annunciato, arriva dall'amministrazione comunale di Napoli ricorso al Tar del Lazio contro il provvedimento del prefetto che, in seguito alla circolare del ministero dell'Interno, ha annullato le trascrizioni dei matrimoni gay contratti all'estero.

Si tratta di unioni registrate all'anagrafe comunale nei mesi scorsi, questo in seguito alla direttiva del 23 giugno 2014 – emanata dal sindaco Luigi de Magistris – che stabiliva, prima città in Italia, l'obbligo di trascrizione.

Trascrivere l'atto nei registri dello Stato civile non significa "in alcun modo sostituirsi al legislatore nazionale: questa la tesi dell'avvocatura comunale alla base del ricorso. La registrazione all'anagrafe sarebbe solo una certificazione dell'esistenza di legami che, “ai sensi dell'articolo 3 della Costituzione e dell'articolo 12 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo, non possono in alcun modo essere discriminati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

  • Cronaca

    Lutto per il Gambrinus, è morta la storica cassiera

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento