Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Gigi e Paolo uccisi dalla camorra 19 anni fa. I genitori: "Il quartiere non è cambiato"

 

Gigi Sequino e Paolo Castaldi morivano il 10 agosto del 2000. I due giovani di Pianura avevano appena 20 e 21 anni. Quella sera erano all'interno di un'automobile per pianificare le loro vacanze quando un commando del clan Pesce-Marfella, scambiandoli per i guardiaspalle di Rosario Marra, genero del boss rivale Pietro Lago, sprarano una raffica di colpi, uccidendoli. 

Come ogni anno, i familiari si sono riuniti davanti alla cappella che custodisce le due salme, all'interno del cimitero di Pianura: "E' importante essere qui dopo 19 anni - afferma Vincenzo Castaldi, padre di Paolo - perché ci sono giovani di oggi che non conoscono la storia di Gigi e Paolo e noi dobbiamo tramandarla perché possa non ripetersi una tragedia del genere. Purtroppo, in quasi vent'anni questo quartiere non è cambiato molto. Noi ce la mettiamo tutta, ma ci sono poche struttur e poche risorse umane". 

Alla cerimonia ha preso parte anche Alessandra Clemente, assessore alla Legalità del Comune di Napoli e figlia di Silvia Ruotolo, anch'ella vittima innocente della camorra: "Si è detto spesso che Gigi e Paolo erano nel posto sbagliato al momento sbagliato. Invece, erano proprio due ragazzi dovrebbero essere in una sera d'estate. Ci sono persone che, invece, compiono scelte sbagliate, ostacolando il percorso che la maggior parte dei napoletani vuole fare per liberarsi dalla camorra". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento