Profili fake sui social per ricattare uomini ed estorcere denaro: quattro arresti

Gli agenti della squadra mobile di Genova, coordinati dalla Procura genovese, hanno eseguito un provvedimento restrittivo su ordinanza emessa dal Gip in provincia di Napoli dove vivono i responsabili dell'attività estorsiva

Una banda specializzata in ricatti via web è stata scoperta dalla Polizia di Genova, che nelle ultime ore ha arrestato 4 persone con l'accusa di estorsione aggravata. Gli agenti della squadra mobile di Genova, coordinati dalla Procura genovese, hanno eseguito un provvedimento restrittivo su ordinanza emessa dal Gip in provincia di Napoli dove vivono i responsabili dell'attività estorsiva. 

All'alba è scattata l'operazione delle forze dell'ordine, con il concorso della Squadra Mobile di Napoli e del Commissariato di Acerra, nel corso della quale i quattro responsabili sono stati individuati e arrestati.

LE INDAGINI 

Gli agenti della Quinta Sezione della Mobile hanno scoperto che dietro alcuni profili fake creati sui social con identità fittizie a cui venivano abbinate fotografie di giovani donne, si nascondevano i membri della banda. Dopo aver chiesto l'amicizia tramite social network ed effettuato qualche conversazione on line con le vittime, scattavano i ricatti che si concludevano con la richiesta di una somma di denaro. I malviventi ricontattavano le vittime fingendo di essere appartenenti alle forze dell'ordine, facendogli credere di aver avuto contatti virtuali con minorenni e minacciando di denunciarli se non avessero corrisposto delle ingenti somme di denaro. Le vittime venivano selezionate dopo aver accuratamente esaminato le informazioni reperibili in rete. Le indagini svolte dai poliziotti della Squadra Mobile di Genova e dal commissariato di Rapallo hanno consentito di individuare con certezza due parti offese. Il primo dei due, avendo la disponibilità di consistenti somme di denaro, è rimasto soggiogato per circa tre anni, corrispondendo ai malviventi complessivamente circa 300mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MAGGIORI DETTAGLI SU GENOVATODAY

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

Torna su
NapoliToday è in caricamento