rotate-mobile
Cronaca

“Non riaprite le scuole”: la protesta dei genitori 'pro-Dad'

In molti non manderanno i propri figli a scuola a partire da lunedì

Lasciare vuote le aule scolastiche della Campania per tre giorni: è l’iniziativa lanciata da alcuni genitori favorevoli alla prosecuzione della didattica a distanza che si sono uniti su un gruppo facebook chiamato “Tuteliamo i nostri figli, scuole chiuse in Campania”. Il gruppo, nato da pochi mesi, conta già 27mila iscritti, si tratta di genitori ‘pro Dad’ che sono preoccupati dalla decisione di una possibile ripresa delle attività didattiche in presenza. Al momento l’11 gennaio in Campania dovrebbero tornare in aula i bambini dell’asilo e delle prime due classi delle elementari.

Il Governatore De Luca ieri nella sua solita diretta Facebook ha chiarito che un eventuale rientro in classe anche per gli altri studenti sarà valutato solo dopo aver esaminato la curva epidemiologica. Un’ipotesi che non viene vista favorevolmente dai genitori ‘pro Dad’ che lanciano un appello: disertare le aule scolastiche l’11, il 12 e il 13 gennaio per chiedere il proseguimento della didattica a distanza per tutte le scuole di ogni ordine e grado. 

“Abbiamo paura - spiegano gli organizzatori - perché gli istituti scolastici non sono luoghi scevri da contagi. La salute dei nostri figli conta più di tutto, e per questo abbiamo deciso di lanciare questa protesta. Non possiamo sottoporre i bambini ad un rischio illogico, anche alla luce dei ricoveri per la sindrome post covid al Santobono di Napoli”. Intanto da giorni altri genitori favorevoli al prosieguo della Dad stanno inviando mail in Regione chiedendo di prolungare la didattica a distanza e di tenere chiusi gli istituti scolastici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Non riaprite le scuole”: la protesta dei genitori 'pro-Dad'

NapoliToday è in caricamento