menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Portici, riaprirà il ristorante Ciro a Mare distrutto dalla camorra

Attentato incendiario riconducibile al racket nella notte tra il 4 e il 5 gennaio del 2009. Al via i lavori: in estate l'inaugurazione. I proprietari: "Vogliamo ringraziare quanti ci sono stati vicini"

Un lenzuolo bianco con la scritta 'Aperto per la legalità' sarà il vessillo del ristorante Ciro a Mare a Portici semidistrutto nella notte tra il 4 e il 5 gennaio del 2009, in un attentato incendiario riconducibile al racket. Dopo due anni di chiusura, da questa mattina sono in corso i lavori di ristrutturazione dell'attività dei cugini Raffaele e Massimo Rossidi fronte alla spiaggia 'Le Mortelle' al Porto del Granatello.

Si prevedono tre piani che ospiteranno rispettivamente un bar-ristorante, una pizzeria e sopra un solarium. I lavori giungono grazie alla concessione edilizia del Comune, a seguito dell'ok della Soprintendenza ai Beni Ambientali.

"Al termine dei lavori - ha detto Raffaele Rossi - che contiamo di concludere tra cinque mesi, apporremo il lenzuolo 'Aperto per la legalità'' nel giorno della inaugurazione. Vogliamo ringraziare quanti ci sono stati vicini e in primo luogo il sindaco Vincenzo Cuomo e l'amministrazione, la prefettura, Luigi Cuomo coordinatore regionale della rete per la legalità".

In seguito all'ultimo attentato del 2009, i cugini Rossi si allontanarono per un breve periodo dalla Campania con le rispettive famiglie. Fuori al cancello del ristorante posero un lenzuolo bianco 'Chiuso per camorra', poi sparito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento