rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca

Covid, Draghi: "Riapriremo considerando contagi e situazione vaccini"

“Riaprire in sicurezza, partendo dalle scuole”

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha parlato in conferenza stampa. Fra i temi toccati, maggior spazio è stato dato alla situazione del piano vaccinale italiano, anche alla luce della circolare del ministero della Salute che raccomanda l’uso del vaccino AstraZeneca solo per gli over 60, e alle riaperture delle attività economiche.

I due temi sono "caldi" anche in Campania (ancora in zona rossa), soprattutto dopo le proteste degli ultimi giorni dei commercianti e le polemiche dopo il rifiuto di tanti cittadini di farsi somministrare AstraZeneca. Sui vaccini, in particolare, il Governo viene incalzato dal presidente De Luca che denuncia disparità fra le varie regioni e rilancia per l'approvazione di Sputnik.

“Raggiungeremo gli obiettivi prefissati”

La disponibilità di vaccini non è calata, i numeri sono come prima di Pasqua. Non ho dubbi sul fatto che gli obiettivi prefissati vengano raggiunti. La disponibilità di vaccini ci permette di servire chi ha più di 80 anni - in tutte le Regioni - e in parte chi ne ha più di 70", ha spiegato Draghi.

Campagna vaccinale e riaperture in sicurezza devono viaggiare sullo stesso binaria, almeno stando alle parole del premier che ha spiegato: “È venuto il momento di prendere decisioni sulle fasce d’età da vaccinare. Questo sarà al centro delle riaperture. Se riduciamo il rischio di morte nelle classi più esposte è chiaro che si riapre con più tranquillità”.

“Riaprire in sicurezza, partendo dalle scuole”

Ho visto le Regioni e Anci – ha ancora spiegato - Normale chiedere aperture. La migliore forme di sostegno all'economia sono le aperture e ne sono consapevole. Naturalmente bisogna condannare la violenza, ma capisco la disperazione a l'alienazione di chi protesta. Voglio vedere nelle prossime settimane di riaprire in sicurezza a partire dalle scuole. L’obiettivo è un mese di presenza".

La stagione turistica? Una data non c'è. C’è chi dice a Giugno. Speriamo, magari anche prima. Non diamo per abbandonata la stagione turistica, tutt'altro. Penso a un piano di riapertura delle fiere e degli eventi. Le riaperture dovranno esserci. Dipende dall'andamento dei contagi e dei vaccini. Conterà il dato delle vaccinazioni per le classi a rischio. Per le Regioni che sono molto avanti con persone fragili e i più vulnerabili sarà più semplice riaprire", ha continuato il premier.

"Il 30 aprile è la data di scadenza del periodo previsto nell'ultimo decreto. Qualora l'andamento delle vaccinazioni e dei contagi mostrasse la possibilità, le cose possono essere riconsiderate anche prima. Il governo sta lavorando su questo. Fissare date significa conoscere esattamente i parametri rilevanti da valutare. Il Governo guarda alle prossime settimane come settimane di riaperture e non di chiusure", ha detto.

"Dovremo continuare a vaccinarci per anni"

Poi, Draghi torna sulla questione vaccini: "Dovremmo continuare a vaccinarci anche negli anni a venire perché ci saranno delle varianti. Sulle esportazioni è una cosa complicata. Con AstraZeneca è stato facile, con Pfizer no. Ma la Commissione ha introdotto nuove misure, parlando di reciprocità. Di fatto la Commissione non ha proibito alcuna esportazione. Ma ora i vaccini ci sono. Ci sarà una direttiva di Figliuolo per le persone più fragili e poi vedremo come inserire il parametro delle vaccinazioni delle categorie a rischio tra quelli che si usano per autorizzare le riaperture".

"Per Sputnik capacità produttive limitate"

"Nei dati il crollo di fiducia in AstraZeneca si vede meno di quanto ci si potesse aspettare. Continueremo a dare un messaggio rassicurante, che non viene dato a cuor leggero ma con grande serietà, partecipazione, comprensione. Io mi sono vaccinato con AstraZeneca e mia moglie anche. Sputnik anche per l'Italia? Ci hanno detto che le capacità produttive attualmente sono molto limitate, in dosi non interessanti. Se le consegne verranno rispettate l'Italia ha tutti i vaccini che servono per questo anno", ha puntualizzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Draghi: "Riapriremo considerando contagi e situazione vaccini"

NapoliToday è in caricamento