menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Luca frena sulla riapertura: "Dobbiamo prima immunizzare tutti"

Poi su Sputnik: "Non si capisce è perchè dormiamo in piedi ancora oggi"

Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, frena sulla riapertura delle attività commerciali. I dati della Campania stanno migliorando e la regione, dopo oltre un mese, potrebbe presto tornare almeno in zona arancione. Lo sperano i tanti commercianti che in questi giorni stanno protestando, ma il loro "entusiamo" viene, come detto, frenato da De Luca.

In occasione di un'inaugurazione in Irpinia, infatti, De Luca ha dichiarato: "Fino a quando non avremo immunizzato tutti i cittadini sarà difficile far partire le attività economiche. Vorremmo tutti accelerare i tempi delle riaperture, ma ieri abbiamo avuto 630 morti, è un bilancio di guerra. Dobbiamo stare attenti". Parole che spezzano i "sogni di gloria" dei commercianti che, tra croci e mutande, stanno cercando ogni modo per far sentir la propria voce.

"Andiamo avanti con i vaccini"

L'immunizzazione cercata dal governatore potrebbe arrivare solo con un'accelerata sulla campagna vaccinale, segnata nelle ultime settimane dalla diffidenza verso AstraZeneca. De Luca, a tal proposito, predica calma e rilancia Sputnik: "C'è stato un problema con AstraZeneca ma dobbiamo usare la ragione. C'è un elemento di preoccupazione per tutti ma almeno sopra i 60 anni credo che dobbiamo procedere con le vaccinazioni. Manteniamoci freddi e razionali, AstraZeneca è stato somministrato a milioni di persone e non abbiamo avuto grandissimi problemi. C'è stata qualche emergenza legata a fenomeni di trombosi ma credo che al 99% si possa andare avanti".

"Abbiamo firmato - ha detto su Sputnik - un contratto assolutamente corretto nell'ambito dei poteri che ha la Regione Campania. Per il resto la Regione può fare quello che vuole bbiamo fatto un pre accordo, anzi un contratto vero e proprio, subordinandone l'esecutività all'approvazione del vaccino. Quello che non si capisce è perchè dormiamo in piedi ancora oggi. Perchè l'Aifa, che ha valutato Pfizer in due settimane, non decide?".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento