In giardino avevano un reperto archeologico di epoca romana: denunciati

In 4 denunciati per omessa denuncia del rinvenimento e custodia di beni culturali. Si tratta di una lapide marmorea con l'iscrizione "HORANI POLLION", proveniente dalla villa romana di Sant'Angelo D'Alife

Il reperto

Denunciate quattro persone di Ercolano. Nel loro giardino, i carabinieri hanno scoperto un bene archeologico di epoca romana detenuto illegalmente. I quattro sono ritenuti responsabili di omessa denuncia del rinvenimento e della custodia di beni culturali.

I militari dell’Arma sono intervenuti nell'abitazione dei quattro in via IV Novembre, accertando che, da tempo indefinito, nel giardino di casa c'era una lapide marmorea delle dimensioni di 100 x 0,70 m con l'iscrizione "HORANI POLLION", risalente all’epoca romana (secondo quanto certificato da personale della Soprintendenza Archeologica di Pompei - Ercolano e Stabia fatto intervenire sul posto), il cui ritrovamento e la cui custodia non erano stati comunicato alla Soprintendenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il bene archeologico, proveniente dalla villa romana di Sant'Angelo D’Alife (Caserta), è stato sottoposto a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento