Due anfore antiche a casa di un imprenditore: denunciato

Si tratta di preziosi reperti storici, appartenenti all’era greco-romana, trafugati dal fondale marino

La guardia di finanza partenopea ha sequestrato due anfore antiche, trovate in possesso di un imprenditore di Torre del Greco indagato per reati fiscali. Si tratta di oggetti di grande pregio e in buono stato di conservazione.

La scoperta è avvenuta nel corso di un sequestro preventivo di 300mila euro, disposto per un debito dell'uomo col Fisco. I militari così a casa sua hanno trovato le due anfore antiche: una betica risalente al II-III secolo A.C., e una greco-italica risalente al IV secolo A.C.

Le perizie tecniche condotte dalla Soprintendenza hanno confermato che le anfore ritrovate costituiscono preziosi reperti storici, appartenenti all’era greco-romana, trafugate dal fondale marino. Il loro valore sul mercato nero si aggira intorno a diverse decine di migliaia di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I reperti sono stati sequestrati e il responsabile è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Dovrà rispondere, oltre che alle già precedenti imputazioni in fatto di tributi, anche per violazioni al Codice dei Beni Culturali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento