Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Due anfore antiche a casa di un imprenditore: denunciato

Si tratta di preziosi reperti storici, appartenenti all’era greco-romana, trafugati dal fondale marino

La guardia di finanza partenopea ha sequestrato due anfore antiche, trovate in possesso di un imprenditore di Torre del Greco indagato per reati fiscali. Si tratta di oggetti di grande pregio e in buono stato di conservazione.

La scoperta è avvenuta nel corso di un sequestro preventivo di 300mila euro, disposto per un debito dell'uomo col Fisco. I militari così a casa sua hanno trovato le due anfore antiche: una betica risalente al II-III secolo A.C., e una greco-italica risalente al IV secolo A.C.

Le perizie tecniche condotte dalla Soprintendenza hanno confermato che le anfore ritrovate costituiscono preziosi reperti storici, appartenenti all’era greco-romana, trafugate dal fondale marino. Il loro valore sul mercato nero si aggira intorno a diverse decine di migliaia di euro.

I reperti sono stati sequestrati e il responsabile è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Dovrà rispondere, oltre che alle già precedenti imputazioni in fatto di tributi, anche per violazioni al Codice dei Beni Culturali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due anfore antiche a casa di un imprenditore: denunciato

NapoliToday è in caricamento