menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L’Asl Napoli 2 Nord passa al livello di allerta 3 e attiva i reparti Covid di Frattamaggiore e Pozzuoli

L’assistenza in ospedale per i pazienti Covid-19 nell’ASL Napoli 2 Nord passa al livello 3 e si attivano i reparti di isolamento di Frattamaggiore e Pozzuoli

L’assistenza in ospedale per i pazienti Covid-19 nell’ASL Napoli 2 Nord passa al livello 3 e si attivano i reparti di isolamento di Frattamaggiore e Pozzuoli. Il primo ad essere attivato è stato, nella giornata di sabato, quello del San Giovanni di Dio. Nei prossimi giorni, invece, sarà riattivato il reparto dell’ospedale flegreo, le cui attività erano terminate lo scorso giugno con le dimissioni dell’ultimo paziente Covid.

Il reparto di Frattamaggiore – come quello di Pozzuoli – è completamente nuovo ed è stato realizzato in tempi record, pensato specificamente sulle esigenze inerenti la gestione di una patologia altamente infettiva quale è il Covid-19. Dotato di dieci posti letto tutti collocati in stanze singole, accoglierà pazienti sia in degenza ordinaria che in terapia sub-intensiva (a regime saranno cinque dei dieci). La struttura una zona dedicata alla vestizione e svestizione del personale in sicurezza e permetta una distinzione ottimale dei percorsi, per evitare la promiscuità con le aree di contagio. L’avvio del reparto avverrà con una gestione straordinaria dell’attuale personale in servizio, ma già nelle prossime settimane è previsto l’arrivo di altre unità di personale.

Il nuovo reparto è pensato per garantire sicurezza nella gestione dei pazienti COVID-19 e integrarsi con le esigenze di assistenza del territorio nel periodo della pandemia. Ringrazio tutto il personale per la professionalità e la disponibilità evidenziata nel contribuire attivamente all’apertura del nuovo reparto. Operatori sociosanitari, infermieri, medici, tecnici hanno evidenziato tutti la massima apertura a rimodulare i turni di lavoro e collaborare in modo attivo per garantire questa apertura nell’immediato", afferma Maria Rosaria Cerasuolo, Direttore Sanitario del San Giovanni di Dio di Frattamaggiore.

Il reparto COVID.19 del San Giovanni di Dio è stato realizzato in tempi record (circa 10 settimane) ed era già pronto lo scorso aprile. La sua apertura era stata rimandata in ragione dell’andamento decrescente della pandemia, registrata a partire dal mese di maggio. Il nuovo reparto fa capo al reparto di Medicina ed è stato realizzato in un’area dell’ospedale che in precedenza non era utilizzata per l’assistenza ai pazienti.

Come previsto dai piani regionali, stiamo riattivando i posti letto ospedalieri dedicati ai pazienti positivi al Covid-19 per rispondere all’aumento dei contagi. Ringrazio tutto il personale dell’ASL che, ancora una volta, in queste ore è impegnato a gestire l’impennata dei contagi, rendendosi disponibile con professionalità e abnegazione. Abbiamo capacità di rispondere in tempi rapidi ai bisogni di assistenza dovuti all’aumento del contagio, ma è fondamentale che ogni cittadino metta in atto le misure di prevenzione utili a fermare la diffusione del virus, utilizzando la mascherina ed evitando gli assembramenti”, spiega Antonio d’Amore, Direttore Generale dell’ASL Napoli 2 Nord.

Sarà riattivato anche il reparto di degenza COVID.19 del Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, che aveva ospitato gli ultimi pazienti Covid-19 degli ospedali dell’ASL Napoli 2 Nord. Anche in questo caso si tratta di un reparto completamente nuovo, realizzato in un corpo di fabbrica separato da quello principale e studiato per l’ottimale gestione dei pazienti COVID-19.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione giovedì 21 gennaio 2021

social

Lotto, estrazione martedì 19 gennaio 2021

social

E' in Campania "zona gialla" che si tradisce di più: i dati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento