menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Refezione scolastica

Refezione scolastica

Scuola, senza refezione 30mila bambini: corsa contro il tempo

La gara d'appalto è slittata per motivi burocratici dal 25 settembre al 16 ottobre. Per affidare il servizio entro la fine della settimana sarà bandita una procedura di accelerata d'urgenza

È ormai corsa contro il tempo per garantire il servizio di refezione scolastica. La gara d'appalto è slittata, per motivi burocratici, dal 25 settembre al 16 ottobre. Dunque, per affidare il servizio entro la fine della settimana sarà bandita una procedura di accelerata d'urgenza. Come ha spiegato l'assessore a Scuola e istruzione, Annamaria Palmieri: "Si tratta di una procedura negoziata, con tempi più ristretti che non riguarda l'intera gara. In pratica saranno allertate 30/40 ditte e sarà dato loro un tempo minimo per organizzarsi a fornire il servizio secondo le vecchie modalità. È un modo per affidare la refezione transitoriamente, nelle more di un bando comunque in atto".

Ma se qualcosa dovesse di nuovo andare storto, chiede Ilaria Puglia del Mattino? "In quel caso sarà lasciato ampio spazio all'autonomia scolastica degli istituti che potranno scegliere di consentire alle famiglie di dotare i bambini di cibo portato da casa. Fermo restando il mio impegno a che ciò non accada. Farò tutto ciò che è possibile per garantire il servizio in veste istituzionale":
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento