Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Flop Reddito di cittadinanza, la Cgil: "Nessuna fila agli sportelli"

 

Il temuto assalto agli sportelli non c'è stato. Poste e Caf hanno lavorato regolarmente in questo primo giorno di Reddito di cittadinanza. A Napoli nessuna fila anomala da segnalare, nessun disordine, nemmeno negli uffici della Cgil di via Torino. "Alcuni dei nostri sportelli hanno lavorato poco in più del solito, ma per la maggior parte hanno fatto registrare un numero di operazioni uguali alla media - afferma Raffaele Famiglietti, il responsabile Caf Cgil Campania - Evidentemente le persone sono ancora in una fase di valutazione. Nelle settimane precedenti, però, c'è stato un aumento delle richieste del modello Isee, fondamentale per chiedere il reddito". 

Strano che, in una città come Napoli, dove i tassi di povertà e disoccupazione sono molto alti, non ci sia stata immediatamente una corsa al Reddito: "Possiamo leggerla in molti modi - prosegue Famiglietti - Innanzitutto, oggi è solo l'inizio e le persone potrebbero venire nei prossimi giorni. Inoltre, ci sono diversi aspetti da considerare. Il primo è che veniamo già da altre misure di sostegno, come il Reddito d'inclusione. C'è poi un altro dato legato al sommerso e a chi non vuole lasciare un lavoro a nero ma meglio retribuito rispetto all'assegno che percepirebbe". 

Le maggiori curiosità dei pochi utenti che si sono recati in Cgil, una ventina di media per tutta la mattinata, riguarda la composizione dei nuclei familiari: "I parametri sono tanti - spiega il responsabile del Caf - forse anche questo spetto ha calmierato le file. Per ora noi possiamo solo accogliere le domande, poi dal 23 marzo sarà aperto il canale per la trasmissione. Nel giro di una decina di giorni l'Inps valuterà le istanze e comunicherà l'esito agli utenti tramite sms o email".

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento