Lunedì, 15 Luglio 2024
La polemica

Reddito di cittadinanza, gli assistenti sociali contro l'Inps: “Ha creato confusione”

Polemiche dopo il caos delle ultime ore prima dello stop all'erogazione

"La confusione di questi giorni ha un solo nome: Inps". Lo ha detto Gilda Panico, presidente dell'ordine professionale degli assistenti sociali della Campania, a margine del presidio organizzato da Potere al Popolo e Usb all'esterno della sede dell'Inps di Napoli contro la stretta del Governo sull'erogazione del reddito di cittadinanza. "L'Inps - spiega Panico - ha inviato un sms in cui dice che la presa in carico è dei servizi sociali, ma in questa fase non c'entrano.

Purtroppo questo ha fatto scoppiare i servizi, perché il cittadino va ai servizi sociali ma in questo momento i Comuni non possono dare risposte. Siamo vicini alle persone e i colleghi ascolteranno i cittadini, ma in questo momento non possono dare risposte. Servono linee guida e stp, mandare un sms a pochi giorni dal 1° agosto, con gli uffici al 50% del personale, è stata una cosa indegna e impropria. Vorremmo il supporto della Regione e dei Comuni perché dicano al ministro di rivedere questa azione, di rinviarla, per permettere una migliore organizzazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, gli assistenti sociali contro l'Inps: “Ha creato confusione”
NapoliToday è in caricamento