Via Marina, punta pistola in faccia ad un automobilista per sottrargli l'orologio

Scippato un rolex dal valore di settemila euro. Il 30enne è stato però immortalato dal sistema di videoripresa a 360 gradi sempre attivo sull'auto del malcapitato, che ha registrato la targa dello scooter dello scippatore

Un 30enne napoletano, pregiudicato, è stato arrestato dai carabinieri con le accuse di rapina aggravata e porto illegale di arma da fuoco. Il pomeriggio 6 novembre scorso, si è presentato in caserma un imprenditore napoletano, che ha denunciato di aver subito nella tarda mattinata una rapina in via Marina. Ha raccontato di essere stato avvicinato, mentre si trovava fermo nel traffico a bordo della sua auto, da un uomo a bordo di uno scooter. Quest'ultimo gli ha puntato contro una pistola, intimandogli di consegnare l'orologio altrimenti avrebbe sparato. La vittima ha consegnato al malvivente, poi dileguatosi nel traffico, il suo Rolex Sub Marine, del valore di circa settemila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Indagini

Decisive le immagini registrate dall'auto dell'imprenditore, equipaggiata con un sistema di videoripresa a 360 gradi sempre attivo. Dall'esame dei filmati, infatti, è stato possibile rilevare la targa del motorino, intestato ad una 52enne. Le successive indagini dei carabinieri hanno consentito di rintracciare il rapinatore, figlio dell'intestataria del ciclomotore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento