Undici rapine di rolex, arrestato 32enne in trasferta a Torino: il complice morì in un incidente

Il 32enne Raffaele Stolder è stato riconosciuto colpevole di 11 rapine di rolex a Torino. Il complice morì a dicembre per le conseguenze di un incidente avvenuto durante un inseguimento

La Polizia di Stato di Torino ha dato esecuzione all’Ordinanza di Applicazione della Misura Cautelare della Custodia in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Torino per 11 rapine e furti con strappo, nei confronti del pluripregiudicato Raffaele Stolder, nato a Napoli nel 1986, residente a Napoli.

Il video: il colpo e la fuga in scooter

Il provvedimento restrittivo scaturisce da un’intensa attività investigativa condotta dalla Squadra Mobile di Torino con il coordinamento dalla locale Procura della Repubblica. Gli inequivocabili elementi emersi hanno permesso di identificare Raffaele Stolder e il complice Nunzio Giuliano (deceduto in Torino il 30 dicembre), nato a Napoli nel 1982, quali autori di numerose rapine e furti con strappo di Rolex consumati in Torino dal maggio del 2018.

Tentano una rapina, l'inseguimento è letale: muore 36enne a Torino

Sono stati presi in esame ben ventiquattro fatti delittuosi commessi in diversi periodi di tempo. È stato accertato il coinvolgimento di Raffaele Stolder e di Nunzio Giuliano (nipote del boss Luigi Giuliano) in almeno undici di questi episodi. Sono stati identificati e indagati anche i soggetti che fornivano un sicuro appoggio logistico a Torino agli autori delle rapine (residenti a Napoli), garantendo una dimora ed un “box auto” utilizzato per nascondere i motoveicoli (privi di copertura assicurativa ed intestati ad un prestanome) utilizzati durante l’attività delittuosa. Nunzio Giuliano è rimasto coinvolto in un incidente stradale, avvenuto il 16 novembre scorso, mentre fuggiva a folle velocità a bordo di un motociclo inseguito da alcune pattuglie che avevano provato ad indentificarlo.

Scene rol4-2

Nel medesimo contesto Raffaele Stolder, che fuggiva a bordo di un secondo scooter, riusciva a dileguarsi. Il predetto motociclo veniva rinvenuto e sequestrato nel corso delle perquisizioni eseguite nei giorni scorsi. La misura è stata notificata presso il carcere di Poggioreale a Napoli, dove il 32enne è detenuto poiché accusato di una serie di rapine commesse con la medesima modalità in Svizzera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IMG-20181116-WA0018-2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morta Rossella Serrato

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento