Minacciava i ragazzini con un coltello e li rapinava: 26enne in manette

Il giovane di Frattaminore è accusato di aver eseguito 21 rapine da gennaio a marzo 2017. E' sottoposto ai domiciliari

Il 26enne A.A., residente a Frattaminore, è ai domiciliari con l’accusa di rapina. L’ordinanza di applicazione della misura cautelare è stata eseguita oggi dai carabinieri della stazione di Orta di Atella e di Martina Franca, in collaborazione con personale della compagnia locale i dopo un’articolata attività investigativa. Le indagini hanno consentito di individuare i presunti responsabili di circa 21 rapine compiute ai danni di ragazzini dal gennaio a marzo 2017. La modalità seguita dal 26enne e dal suo complice era sempre la stessa: il 26enne minacciava con un coltello i ragazzini e li costringeva a consegnargli il telefono cellulare, per poi allontanarsi a bordo di una bicicletta.

Le sue vittime erano giovanissimi dai 10 ai 16 anni che poi terrorizzati raccontavano tutto ai genitori. Sono stati proprio questi a far scattare le indagini denunciando gli episodi di rapina subiti dai loro figli. Il 26enne è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la comunità “il risorto”, sita a Martina Franca mentre le indagini proseguono per identificare il complice

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Coronavirus, arriva l'annuncio: "La Campania è zona arancione"

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

  • Scossa di terremoto nella zona flegrea: l'evento sismico avvertito dalla popolazione

  • Campania zona arancione: ecco cosa si può fare

Torna su
NapoliToday è in caricamento