rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Ladri chiacchieroni riconosciuti dalla vittima grazie alle loro voci

I due muratori di origini napoletane hanno rubato materiale edile per 6-7 mila euro

Se non avessero continuato a chiacchierare durante un furto, probabilmente non sarebbero stati riconosciuti dalle vittime. E' quello che è accaduto a due muratori di 31 e 24 anni originari di Napoli e residenti a Castellarano, nel Reggiano, scoperti da un testimone svegliatosi a causa delle voci dei ladri.

I due - denunciati dai Carabinieri con l'accusa di concorso in furto aggravato - sono entrati, nei giorni scorsi, in un garage di un artigiano edile di Roteglia di Castellarano - forzando una finestrella del sistema di aereazione - per arraffare una pompa per intonaco comprensiva di motore, un compressore, una pialla elettrica, una smerigliatrice ed un frollino per intonaco di grosse dimensione per un valore complessivo di 6.000-7.000 euro.


La voce di uno dei due ladri, però, ha svegliato un cittadino che sentendo dei rumori provenire dall'esterno si è affacciato dalla finestra riconoscendo uno dei due ladri che si allontanava a bordo di un fuoristrada dove era stato caricato il materiale mentre un secondo ladro si allontanava a piedi: uno dei ladri lo ha visto e riconosciuto, dell'altro invece ha riconosciuto la voce. La refurtiva non è stata rinvenuta dai Carabinieri e si ritiene possa essere finita nelle mani di ricettatori del settore edile. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri chiacchieroni riconosciuti dalla vittima grazie alle loro voci

NapoliToday è in caricamento