menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rider picchiato e rapinato, donazioni a quota 11mila euro: 2500 euro da giocatore della Lazio

Il 52enne è stato aggredito da cinque persone a Calata Capodichino. Dopo la rapina ha continuato a lavorare

Le immagini di una violenza inaudita, compiuta ai danni di un rider 52enne picchiato e trascinato via dal proprio scooter da una banda di cinque rapinatori, hanno suscitato grande indignazione. In poche ore sono state raccolti più di undicimila euro su gofundme. Tra i donatori anche Mohammed Fares che ha elargito ben 2500 euro per aiutare il 52enne a ricomprare lo scooter. 

Il rider ha continuato a lavorare dopo la rapina

E' intanto caccia ai criminali grazie al video girato da un residente di Calata Capodichino. Il noto speaker radiofonico e artista Gianni Simioli è riuscito ieri sera a contattare il rider, che ha così risposto dopo essere stato rintracciato: "Non vogliamo dirvi molto, solo che abbiamo appena ascoltato un messaggio che il nostro amico (ormai lo è) ci ha inviato in privato. Sapete cosa dice ? Che ci ringrazia, ma che al momento non può rispondere perché dopo lo “stop” per la rapina subita, ha ripreso a lavorare per completare il giro di consegne con un auto. Insomma, avete capito bene: sta proprio continuando a lavorare! Applausi e rispetto per questo disoccupato, che non può stare senza fare niente aspettando che arrivi un lavoro (parole sue)".

donazione rider fares-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assicurare i colpevoli alla Giustizia

"Solidarietà al rider picchiato e derubato dello scooter a Calata Capodichino (Napoli) mentre svolgeva il suo lavoro. Quella ripresa da alcuni residenti è un'aggressione brutale, su cui mi auguro che le Forze dell'Ordine facciano luce al più presto, assicurando i colpevoli alla Giustizia", scrive su Facebook la ministra per il Lavoro, Nunzia Catalfo.

"Rider a testa alta"

"Tramite il video denuncia sui social di quanto accaduto a Capodichino, abbiamo tutti visto sei feroci ladri di sogni e lavoro, che assaltano un lavoratore, un uomo che stava sfidando il freddo ed il vento di queste ore per guadagnare qualcosa. Fare il rider significa ostinarsi ad essere onesti; significa voler, davvero, lavorare a tutti i costi. Fare il rider significa essere uomini o donne di spirito e di merito. Quest’uomo ha subito un attacco da sei lupi neri, anzi, sei iene. Nella leggenda cherokee, vince il lupo che nutriamo di più. A Napoli vincerá il lupo che si nutre grazie al proprio lavoro, perchè vada come vada il rider è un vincente e quei sei vigliacchi sono dei perdenti. Siamo in contatto con la Questura che ringraziamo, affinché i lupi neri vengano presto identificati e riconosciuti. Alla pari ringrazio chi ha fatto il video e l’ha messo a disposizione degli inquirenti, ricordando a tutti, sempre, di chiamare il 113. Al rider va l’abbraccio di tutti noi e l’impegno a ridargli presto lo strumento del suo lavoro, ovvero quello scooter e se non verranno le scuse di quei sei “lupi neri” io ho già la certezza che loro hanno perso, verranno identificati, schiacciati dalla vergogna di quanto fatto, e lui ha vinto, perché chi lavora onestamente, vince, sempre, a testa alta", scrive su Facebook l'assessore comunale Alessandra Clemente.

DE MAGISTRIS: "INDEGNO E CRIMINALE"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione giovedì 21 gennaio 2021

social

Lotto, estrazione martedì 19 gennaio 2021

Attualità

Gomorra 5, la stagione conclusiva è alle porte: anticipazioni puntate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento