rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

Rider picchiato e rapinato, donazioni a quota 11mila euro: 2500 euro da giocatore della Lazio

Il 52enne è stato aggredito da cinque persone a Calata Capodichino. Dopo la rapina ha continuato a lavorare

Le immagini di una violenza inaudita, compiuta ai danni di un rider 52enne picchiato e trascinato via dal proprio scooter da una banda di cinque rapinatori, hanno suscitato grande indignazione. In poche ore sono state raccolti più di undicimila euro su gofundme. Tra i donatori anche Mohammed Fares che ha elargito ben 2500 euro per aiutare il 52enne a ricomprare lo scooter. 

Il rider ha continuato a lavorare dopo la rapina

E' intanto caccia ai criminali grazie al video girato da un residente di Calata Capodichino. Il noto speaker radiofonico e artista Gianni Simioli è riuscito ieri sera a contattare il rider, che ha così risposto dopo essere stato rintracciato: "Non vogliamo dirvi molto, solo che abbiamo appena ascoltato un messaggio che il nostro amico (ormai lo è) ci ha inviato in privato. Sapete cosa dice ? Che ci ringrazia, ma che al momento non può rispondere perché dopo lo “stop” per la rapina subita, ha ripreso a lavorare per completare il giro di consegne con un auto. Insomma, avete capito bene: sta proprio continuando a lavorare! Applausi e rispetto per questo disoccupato, che non può stare senza fare niente aspettando che arrivi un lavoro (parole sue)".

donazione rider fares-2

Assicurare i colpevoli alla Giustizia

"Solidarietà al rider picchiato e derubato dello scooter a Calata Capodichino (Napoli) mentre svolgeva il suo lavoro. Quella ripresa da alcuni residenti è un'aggressione brutale, su cui mi auguro che le Forze dell'Ordine facciano luce al più presto, assicurando i colpevoli alla Giustizia", scrive su Facebook la ministra per il Lavoro, Nunzia Catalfo.

"Rider a testa alta"

"Tramite il video denuncia sui social di quanto accaduto a Capodichino, abbiamo tutti visto sei feroci ladri di sogni e lavoro, che assaltano un lavoratore, un uomo che stava sfidando il freddo ed il vento di queste ore per guadagnare qualcosa. Fare il rider significa ostinarsi ad essere onesti; significa voler, davvero, lavorare a tutti i costi. Fare il rider significa essere uomini o donne di spirito e di merito. Quest’uomo ha subito un attacco da sei lupi neri, anzi, sei iene. Nella leggenda cherokee, vince il lupo che nutriamo di più. A Napoli vincerá il lupo che si nutre grazie al proprio lavoro, perchè vada come vada il rider è un vincente e quei sei vigliacchi sono dei perdenti. Siamo in contatto con la Questura che ringraziamo, affinché i lupi neri vengano presto identificati e riconosciuti. Alla pari ringrazio chi ha fatto il video e l’ha messo a disposizione degli inquirenti, ricordando a tutti, sempre, di chiamare il 113. Al rider va l’abbraccio di tutti noi e l’impegno a ridargli presto lo strumento del suo lavoro, ovvero quello scooter e se non verranno le scuse di quei sei “lupi neri” io ho già la certezza che loro hanno perso, verranno identificati, schiacciati dalla vergogna di quanto fatto, e lui ha vinto, perché chi lavora onestamente, vince, sempre, a testa alta", scrive su Facebook l'assessore comunale Alessandra Clemente.

DE MAGISTRIS: "INDEGNO E CRIMINALE"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rider picchiato e rapinato, donazioni a quota 11mila euro: 2500 euro da giocatore della Lazio

NapoliToday è in caricamento