Notte di sangue, rapina in pizzeria: spara e ferisce il titolare e un dipendente

Il malvivente ha portato via l'incasso della serata, ma è stato inseguito e arrestato

E’ entrato in una pizzeria di via Paolo Borsellino a Casandrino, arma in pugno, e ha portato via i contanti che erano in cassa. Uno dei proprietari ha provato a fermarlo ed è stato raggiunto da un colpo di pistola di striscio alla mano.

Il rapinatore è fuggito e per coprirsi la ritirata ha esploso altri colpi contro il proprietario che lo ha inseguito. I proiettili hanno danneggiato un’auto in sosta e un contatore del gas di un’abitazione. Un altro colpo è stato esploso e ha ferito di striscio anche un altro dipendente della pizzeria che si era messo sulle sue tracce. V. M. 56enne del posto e già noto alle forze dell'ordine, ha terminato la sua rocambolesca fuga quando un carabiniere libero dal servizio, allertando prima il 112, lo ha bloccato.

E’ così finito in manette, arrestato dai carabinieri della sezione radiomobile di Giugliano, intervenuti pochi istanti dopo. Sequestrata la pistola, una semiautomatica cal. 9x21mm con matricola abrasa e 4 colpi ancora nel serbatoio. Recuperata la somma sottratta all’attività commerciale, circa 330 euro. Dovrà rispondere di rapina aggravata e tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

Torna su
NapoliToday è in caricamento