Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Rapina finisce nel sangue, medico napoletano ucciso a Milano

Stefano Ansaldi, noto ginecologo napoletano, è stato trovato agonizzante dai passanti. Aveva ferite di arma da taglio

Un medico napoletano di 65 anni, Stefano Ansaldi, è stato ucciso in strada, in via Mauro Macchi a Milano, nei pressi della stazione centrale. Come riporta MilanoToday tutto è accaduto intorno alle 18.05 di sabato 19 dicembre all’angolo tra le vie Macchi e Scarlatti. Sul caso indagano i carabinieri. L’ipotesi più accreditata è quella di una rapina finita male “forse ad opera di due soggetti non italiani”. L’arma del delitto, un coltello, è stata trovata sulla scena del crimine.

L'allarme e i soccorsi

Il professionista è stato trovato agonizzante a terra da alcuni passanti che hanno lanciato l’allarme, ma sono stati vani i soccorsi del 118. Le forze dell’ordine stanno cercando di acquisire le immagini riprese dalle telecamere a circuito chiuso della zona.

 La vittima

Stefano Ansaldi, nato a Benevento il 10 aprile 1955, ma residente a Napoli, aveva uno studio in piazza Cavour. Era un ginecologo molto apprezzato in città. Era a Milano probabilmente occasionalmente.

LE LACRIME DI NANCY COPPOLA: "NON RIUSCIVO AD AVERE FIGLI. GRAZIE A LUI E' NATA GIULIA"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina finisce nel sangue, medico napoletano ucciso a Milano
NapoliToday è in caricamento