Rapina in gioielleria a Somma Vesuviana, il titolare disarma i rapinatori e li mette in fuga

Ieri mattina il gioielliere è stato vittima di una tentata rapina nel suo negozio: due giovani, poi identificati, hanno cercato di impossessarsi di gioiello e denaro puntando l'arma. L'uomo li ha disarmati e messi in fuga. Oggi i due sono stati arrestati

(foto di repertorio)

La mattina di giovedì 23 maggio G.R. (24 anni) e B.R. (33 anni), entrambi di Scampia e già noti alle forze dell’Ordine, sono entrati in una gioielleria in via Gobetti a Somma Vesuviana e hanno tentato di perpetrare una rapina. Avevano il volto coperto e minacciarono il gioielliere con una pistola con l’intenzione di impossessarsi di gioielli e del denaro nella cassa. Nonostante lo spavento il commerciante è riuscito a disarmare uno dei malviventi e a mettere in fuga entrambi.

Sul posto sono giunte per le indagini i Carabinieri della Stazione di Somma Vesuviana che nell’immediatezza hanno rinvenuto e sequestrato l’arma e l’auto usate dai rapinatori: una semiautomatica con matricola abrasa trovata a terra lungo la via di fuga e una Fiat 500 risultata rubata in provincia di Caserta e ritrovata bruciata nei pressi di Casal di Principe. I militari li hanno identificati a partire da immagini prese da impianti di videosorveglianza e a servizi di controllo sul territorio. Nei loro confronti hanno oggi dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal GIP di Nola su richiesta della locale Procura per tentata rapina.

Dopo le formalità di rito sono stati tradotti ai domiciliari

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, quali sono i sintomi spia e cosa tenere in casa: risponde il medico di base

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Il Tar boccia il ricorso contro l'ordinanza regionale: le scuole restano chiuse

Torna su
NapoliToday è in caricamento