Cronaca Via Napoli, 108

Rapina in gioielleria ad Arzano, ucciso un rapinatore

E' accaduto in via Napoli. L'uomo ha intimato al titolare di consegnare l'incasso di giornata: quest'ultimo ha reagito estraendo la sua pistola e facendo fuoco. Sul fatto indagano i carabinieri

Carabinieri

Ad Arzano, su via Napoli 108, un rapinatore armato è entrato in una gioielleria intimando al titolare di consegnare l'incasso ma il gioielliere ha reagito usando la sua pistola regolarmente detenuta, uccidendo il malfattore. Indagano i carabinieri.

LA RICOSTRUZIONE - Il rapinatore, Pasquale Perrotta di 30 anni, era appena entrato nella gioielleria e aveva intimato al titolare di consegnare l'incasso di giornata. Quest'ultimo, vista la minaccia, ha reagito estraendo la sua pistola e facendo fuoco contro il bandito che è morto poco dopo. Un tentativo di rapina avvenuto a Maddaloni, nel Casertano, soltanto un paio di settimane fa, si concluse con la morte di un carabiniere e, a distanza di una decina di giorni, di uno dei rapinatori.

UNA PISTOLA GIOCATTOLO - Perrotta, qualche piccolo precedente per droga, si è introdotto intorno alle 19.30 nella gioielleria 'Il Gioiello' gestita da un 45 enne originario di Casoria e provvisto di regolare porto d'armi. Il rapinatore aveva con sé un'arma giocattolo, priva del tappo rosso, che ha puntato al volto del gioielliere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in gioielleria ad Arzano, ucciso un rapinatore

NapoliToday è in caricamento