Barra, rapinano una farmacia: uno dei due lascia le impronte digitali

Il 58enne è stato arrestato. Si cerca ancora il complice. I poliziotti hanno notato che, dopo la rapina, l'uomo apriva la porta senza indossare il guanto

 Poco dopo le 21.00 di ieri sera, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato San Giovanni - Barra hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria F. A., napoletano cinquantottenne con precedenti di Polizia poiché gravemente indiziato del reato di rapina aggravata e inoltre indagato per il reato d’inosservanza agli obblighi della sorveglianza speciale. L’uomo è stato bloccato, dopo un vano tentativo di fuga nella sua abitazione in Corso Sirena.

I poliziotti hanno accertato che l’uomo, unitamente ad un complice attivamente ricercato, si è reso autore di una rapina avvenuta nel primo pomeriggio di lunedì ai danni di una farmacia in Piazza De Franchis.

Dalla visione del sistema di videosorveglianza dell’esercizio commerciale gli agenti hanno notato che il 58enne nell’aprire la porta aveva poggiato la mano sinistra sprovvista di guanto, ed hanno richiesto l’intervento della Polizia Scientifica. I poliziotti della scientifica hanno eseguito un sopralluogo mirato alla ricerca d’impronte. Il rilievo ha consentito in poche ore di dare un’identità al rapinatore.

Il nome è stato prontamente comunicato agli uomini del commissariato che dopo averlo bloccato, l’hanno sottoposto a fermo di PG e condotto al carcere di Poggioreale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

Torna su
NapoliToday è in caricamento