Ragazzo muore all'Ospedale del mare, la denuncia dei genitori: "Stava bene"

Ricoverato per un trattamento psichiatrico, secondo la denuncia dei genitori i medici lo "ritenevano pronto per le dimissioni"

Un ragazzo di 25 anni, del quale non sono state diffuse le generalità, è morto all'Ospedale del Mare dov'era ricoverato per un trattamento psichiatrico. A darne notizia è il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli.

"Un giovane di 25 anni è morto martedì mattina dell’Ospedale del Mare in seguito ad un trattamento psichiatrico – fa sapere Borrelli – Stando alla denuncia presentata dai genitori ai carabinieri il decesso sarebbe stato constatato da un inserviente, intento nel giro di distribuzione della colazione ai pazienti. I contorni della vicenda appaiono nebulosi in quanto, secondo quanto riferito dai genitori, si trattava di una persona sana che non aveva mai sofferto di problemi fisici in precedenza. Per questa ragione abbiamo chiesto l’avvio di un’inchiesta interna alla direzione dell’ospedale e della Asl Napoli 1 per fare piena luce sulle cause del decesso”.

La denuncia dei genitori riporta che il ragazzo era ricoverato dal 28 marzo quando, in stato d'agitazione, aveva danneggiato l'abitazione in cui viveva. Era stato prima portato al San Giovanni Bosco, poi trasferito a Sessa Aurunca, infine il 1 aprile riportato a Napoli, all'Ospedale del Mare. Il quattro aprile, secondo quanto riportato nella denuncia, i medici avrebbero "affermato di ritenerlo pronto per la dimissione".

Dietro suggerimento del padre però il ragazzo è rimasto ancora in ospedale, poi la morte avvenuta stamattina. "Tenendo conto che, in base a quanto contenuto nella denuncia, fino al giorno precedente le condizioni erano in miglioramento, tanto che il giovane si era fatto anche tagliare i capelli, appare strana la morte – conclude Borrelli – sopraggiunta probabilmente durante la notte. Secondo i genitori sarebbe ipotizzabile l’imperizia da parte del personale medico come causa del decesso, occorre dunque un’inchiesta interna per ricostruire la vicenda e fare luce".

Potrebbe interessarti

  • Le tignole: cosa sono e perché è meglio non averle in casa

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

  • Riapre la piscina della Mostra d'Oltremare dopo 3 anni

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

I più letti della settimana

  • Dramma per una famiglia napoletana in vacanza: 42enne muore mentre fa il bagno

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Tragedia a Scalea, muore turista napoletano: "Te ne sei andato troppo presto"

  • Dramma in autostrada, motociclista muore decapitato

  • Renzo Arbore e il saluto a De Crescenzo: “Lucià ti abbiamo portato a Napoli”

  • Bimbo ingerisce soda caustica: ricoverato in gravi condizioni al Santobono

Torna su
NapoliToday è in caricamento