rotate-mobile
Cronaca Ercolano

"Assassino": ragazzi uccisi a Ercolano, la madre si scaglia contro Vincenzo Palumbo

Prosegue il processo all'autotrasportatore che, lo scorso ottobre ad Ercolano, sparò 11 proiettili verso Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro uccidendoli

Gli ha gridato contro "assassino", diverse volte. Vincenzo Palumbo era chiuso in cella, ieri in aula, quando la madre di una delle sue due vittime gli si è scagliata contro. Atmosfera pesante in un processo già difficile, al punto che la seduta è stata sospesa.

Alla sbarra c'è l'uomo di 53 anni, professione autotrasportatore, che è accusato di duplice omicidio volontario: quello di Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro, assassinati a colpi di pistola mentre si trovavano in auto nei pressi dell'abitazione di Palumbo. Li aveva presi per dei ladri, ha raccontato diverse volte. Voleva vendicarsi di un furto in casa subito in precedenza, così ha iniziato a sparare, undici volte, con la sua calibro 40 regolarmente detenuta. Era la notte tra il 28 ed il 29 ottobre del 2021. Due di quei proiettili, dopo avere attraversato il tettuccio della vettura, raggiunsero i ragazzi uccidendoli sul colpo. Giuseppe e Tullio avevano 26 e 27 anni.

In aula, la 115, stava testimoniando uno dei carabinieri intervenuto sul luogo della tragedia, quando gli animi si sono riscaldati. La madre di Giuseppe Fusella si è fatta prendere dalla rabbia quando il militare ha iniziato ad illustrare i video di quanto accaduto, registrazioni agli atti. È stata accompagnata fuori e riportata alla calma dai suoi parenti.

L'udienza è quindi ripresa e sono seguite altre testimonianze di colleghi del maresciallo.

Il prossimo appuntamento in aula si terrà il 22 giugno, quando saranno ascoltati i carabinieri del Racis incaricati della perizia su quanto successo. Pagliaro e la famiglia sono difesi dall'avvocato Maurizio Capozzo, quelli delle vittime dall'avvocato Gennaro Bartolino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Assassino": ragazzi uccisi a Ercolano, la madre si scaglia contro Vincenzo Palumbo

NapoliToday è in caricamento