Cronaca Caivano

"Vogliamo lasciare Caivano". Una mamma con tre figli offre una casa ad una delle ragazzine violentate

"Inspiegabilmente però nessuna persona del governo e delle istituzioni ha avuto la sensibilità ed umanità di portare un messaggio di sostegno e un abbraccio alla sfortunata e povera mamma di Caivano", denuncia Angelo Pisani, legale dei familiari della 12enne violentata

L'appello lanciato ieri dalla mamma di una delle ragazzine coinvolte nelle violenze sessuali a Caivano, tramite Angelo Pisani, legale della famiglia, di lasciare la loro terra dopo quanto accaduto, è stato raccolto da una mamma della provincia di Roma.

La donna, mamma di tre figli, si è già resa disponibile ad offrire un'abitazione alla ragazzina di soli 12 anni violentata e ai suoi familiari: "Potrebbe essere un luogo sicuro per dare tranquillità alla bambina e alla sua famiglia in maniera da poter ripartire. Siamo una comunità piccola e sicura". 

L'avvocato Pisani: "Da Giorgia Meloni nessun abbraccio o solidarietà alla mamma della 12enne"

Angelo Pisani contattato telefonicamente da NapoliToday commenta così la notizia: "Fortunatamente non esiste solo il male. Quando vedi il buio appare il bene. Ieri è stata una giornata triste per Caivano. Il governo rappresentato da Giorgia Meloni è venuto in città, ha fatto promesse. Inspiegabilmente però nessuna persona della politica e delle istituzioni ha avuto la sensibilità ed umanità di portare un messaggio di sostegno e un abbraccio alla sfortunata e povera mamma di Caivano che ha assistito dietro alle finestre al corteo di ieri. Giorgia Meloni è stata dirottata da altri in luoghi diversi dove stranamente oltre agli invitati non avevano accesso neanche i parlamentari. Invece la solidarietà di semplici cittadini è stata forte, in particolare di questa famiglia vicino Roma, che ha dimostrato grande sensibilità mettendo a disposizione cucina e letti in segno di grande ospitalità. Abbiamo preso un appuntamento, dobbiamo incontrarci e conoscerci, verranno a vedere Caivano e valuteremo la possibilità di far decollare una bella storia di solidarietà umana e bene sociale tra tanta indifferenza e omissioni. Ringraziamo anche l'associazione 'La caramella buona' che si occupa di minori per poter attivare solidarietà per la famiglia. Non bisogna abbandonare mai questa famiglie a va creata una rete di assistenza umana per aiutare le persone in difficoltà nelle periferie abbandonate".

Visita di Giorgia Meloni a Caivano - Foto Sbrizzi NT

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vogliamo lasciare Caivano". Una mamma con tre figli offre una casa ad una delle ragazzine violentate
NapoliToday è in caricamento