Cutolo chiede di morire: “Voglio l'iniezione letale”

Il boss della Nco non sopporta di non poter più abbracciare la figlia Denise

Continua il calvario di Raffaele Cutolo in carcere. Il boss della Nuova camorra organizzata recluso al 41bis in pessime condizioni di salute sta per ricevere l'ennesima mazzata. È prevista dalla legge che regola il carcere duro e riguarda sua figlia Denise. La bambina compirà a breve 12 anni di età e da quel momento non potrà più abbracciare il padre ma potrà vederlo solo dall'altra parte di un vetro divisorio come accade per gli adulti.

L'iniezione letale 

Per questo motivo Cutolo avrebbe fatto una richiesta estrema al suo avvocato. “Tra pochi mesi non potrò più abbracciarla, preferisco un'iniezione letale” avrebbe detto il boss così come riporta Repubblica in edicola questa mattina. L'unico suo pensiero è la bambina e non poterla più vedere potrebbe essere un dolore letale.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Rissa nel Vasto, "grida disumane". Un quarantenne finisce in ospedale

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Amichevole in famiglia in casa Juve, cori contro i napoletani: Sarri fa finta di nulla

  • Tony Colombo, attacco da Borrelli: "Senza casco e sul marciapiede, esempio di inciviltà"

  • Tragedia all'isola d'Elba: napoletano trovato morto nella casa in cui era in vacanza

Torna su
NapoliToday è in caricamento